QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Jose de Coeur: “In Sierra Nevada, Evenpool ha dimostrato di poter vincere un Grand Tour” | Vive Le Velo

L’ultima settimana in questa eccitante città della Vuelta si avvicina. Sembra che Remco Evenepoel sia sulla buona strada per una vittoria assoluta, ma il Real Madrid ovviamente è ancora lontano. In ogni caso, l’assistente José de Coeur è molto soddisfatto di quanto visto di Evenpoel nelle ultime settimane: “È diventato molto maturo”, ha detto a Vive le Vélo.

Con un vantaggio di 1’34” su Primoz Roglic, Remco Evenepoel entra nell’ultima settimana della Vuelta. Un bonus da vedere.

“Certo che ci sarà un’altra settimana della Vuelta e tutto può davvero succedere”, ha aperto la conversazione Jose de Coeur. “Tuttavia, Evenball mi ha mostrato nella Sierra Nevada che può vincere un grande tour”.

“Finché non è accaduta questa Vuelta, abbiamo dovuto aspettare e vedere come avrebbe potuto gestire il susseguirsi di tappe difficili, gli altimetri, la pressione, … e sta bene. Nella Sierra Nevada, Roglic è rimasto al volante per più di 10 chilometri ed Evenepoel ha mostrato resilienza, e volevo vederlo”.

Evenepoel ha mostrato resilienza nella Sierra Nevada e volevo vederlo da lui.

José de Coeur in Vive Le Velo

Anche Cian Uijtdebroeks, che un tempo potrebbe essere stato il rivale di Evenepoel al Tour, crede fermamente nel buon risultato: “La tappa sulla Sierra Nevada è stata la prova più dura e l’ha superata senza gravi infortuni. Le tappe più difficili sono ormai alle nostre spalle”.

Jürgen van den Broek è d’accordo con qualcosa: “Eevenpoel ha ancora una guida confortevole. Quindi spetta agli altri prendere l’iniziativa. E ha ancora un enorme vantaggio”.

“Tutti vogliono essere Remco ora”

Secondo Jose de Coeur, Remco Evenepoel non sarà costretto a difendere per tutta la settimana: “Potrebbe volerci molto tempo. Tutto quel duro lavoro negli ultimi anni e mesi lo ha reso maturo”.

“Si è allenato nelle altezze e nel caldo, è davvero bravo. In questo momento nessuno vuole essere Roglic o Mass? Tutti vogliono essere Ramco. È nella posizione migliore”.

“Per quanto mi riguarda, la sua squadra non è da meno. Non c’è Seb Kos qui che può aiutare il suo capitano nella finale profonda. Sta senza dubbio molto bene”.

Vandegor: “Lui è il leader indiscusso”

Il nostro uomo sulla scena, Christoph Vandegor, parla ogni giorno con il comandante Remko Evenbeuil. Ammira anche il super talento del 22enne: “Non ho testato molto come gestisce la stampa. Si prende il suo tempo, ascolta e c’è anche sostanza nelle sue risposte”.

“È molto concentrato e ovviamente il grande leader in Quick-Step Alpha Vinyl.”

“Nelle risposte ha messo piume sui cappelli dei compagni e il giorno dopo anche questi ragazzi ne traggono una dose di energia. Ha una nuova mentalità e questo è un passo che sta compiendo nella sua crescita personale”.

“È incredibile come ottenga sempre qualcosa di positivo da qualcosa di negativo. È così bello vedere come è cresciuto come pilota, ma anche come persona”.

Guarda l’episodio completo qui sotto su VRT Max

In questi giorni tutti gli occhi sono puntati su Remco Evenepoel, il pioniere del giro in bicicletta della Spagna. Sono passati 44 anni da quando il suo connazionale ha vinto uno dei tre “Grand Tour”. A poco a poco c’è una reale possibilità che Remco Evenepoel corrisponda a questa prestazione. Per evidenziare l’apoteosi di questa potenziale Vuelta storica, si esibirà “Vive le vélo” per sette giorni consecutivi. Ospiti: José de Cauwer, Cian Uijtdebroeks e Jurgen Van den Broeck.

READ  Vinile Quick Step-Alpha per il 2022: "L'hype intorno all'Evenepoel è il pericolo più grande" | Ciclismo