QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

KLM smette di far rispettare l’impegno delle maschere per la bocca, le aziende belghe si attengono alle maschere per la bocca per ora Instagram VTM News

Le compagnie aeree KLM e Transavia e le organizzazioni di viaggio TUI Netherlands e Corendon Netherlands smetteranno di far rispettare l’obbligo della maschera a bordo dei voli dal 23 marzo. Le aziende temono che il supporto diminuisca ulteriormente e che emergano più atteggiamenti con i passeggeri aggressivi. Sui voli da e per il Belgio, l’obbligo della maschera per la bocca rimarrà per il momento in vigore, come visto su Brussels Airlines e TUI Belgium.

KLM, Transavia, TUI e Corendon indicano di non voler esporre i propri dipendenti all’aggressione se non è necessario. “Non devi indossare un copribocca in aeroporto, solo sull’aereo dove hai un posto fisso”, spiega un portavoce di Corendon. “Non vediamo più il valore aggiunto”.

C’è anche una storia simile in TUI Paesi Bassi. Quella compagnia ha affermato in una dichiarazione di essere “profondamente delusa e persino arrabbiata” per il fatto che le maschere per la bocca sugli aerei sarebbero rimaste obbligatorie, anche se i passeggeri sul treno non avrebbero presto più dovuto indossare le maschere per la bocca. “Un viaggio sicuro per i nostri passeggeri e il personale è la nostra massima priorità. Non vogliamo più monitorare il rispetto dell’aderenza della maschera a bordo”.

Trasporto pubblico

TUI Belgio indica che la situazione nei Paesi Bassi è diversa dalla nostra. Dal 23 marzo indossare la mascherina sui mezzi pubblici non sarà più obbligatorio, e resterà tale in Belgio. Come sempre, TUI Belgium segue le linee guida del governo e non ci vediamo chiamati a omettere le maschere per la bocca come prima forma di trasporto pubblico”, ha affermato il portavoce Piet Demeyere.

READ  L'Inghilterra sospende i voli per il Marocco

Lo stesso suono può essere ascoltato su Brussels Airlines. “È vero che c’è una discussione internazionale sulla maschera obbligatoria sugli aerei. Quindi le linee guida differiscono da paese a paese e tra le diverse compagnie aeree, ma per ora seguiamo le linee guida dell’EASA (International Aviation Organization, editore) e continuiamo a far rispettare le obbligo di maschera per la bocca”, spiega il portavoce Mike Andres.