QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Kuipers: un tipo di influenza aviaria non rappresenta una grave minaccia per la salute pubblica

L’attuale tipo di influenza aviaria prevalente nei Paesi Bassi non rappresenta una seria minaccia per la salute pubblica. “La minaccia degli animali è attualmente bassa”, ha affermato il ministro della Salute Ernst Kuipers durante un dibattito alla Camera dei rappresentanti.

Il virus dell’influenza aviaria richiede cinque mutazioni prima che possa diffondersi ai mammiferi. Nella variante attuale, una o due mutazioni sono state trovate da Erasmus UMC. Sia gli animali selvatici che gli uccelli vengono sottoposti a screening per le mutazioni del virus. Kuipers sottolinea che non può garantire che rimarrà tale. “Non sarebbe saggio sedersi adesso.”

Vengono sottoposte a screening anche le persone che maneggiano animali infetti, come allevatori di pollame e mietitrici. Il numero di casi è stato finora identificato. Ma si tratta di un monitoraggio costante. E l’alfabetizzazione zoonotica gioca un ruolo in questo”, afferma Kuipers. Indica la consapevolezza e la vigilanza delle persone quando sono malate che questa potrebbe essere una malattia zoonotica.

Meno animali per stalla

L’influenza aviaria H5N1 altamente patogena si sta verificando nei Paesi Bassi. All’inizio di ottobre è stata rilevata un’infezione umana con il virus H5N1 in un dipendente di un allevamento di pollame in Spagna. Nel gennaio di quest’anno, a un uomo di 79 anni è stato diagnosticato il virus in Inghilterra. Questi sono gli unici due casi noti in Europa. In tutto il mondo 864 infezioni umane con H5N1 sono state rilevate in 19 paesi tra il 2003 e il 2022. Il 53% di questi casi, 456 persone sono morte a causa del virus.

READ  Gli uomini che bevono e fumano sono attraenti

I membri del Parlamento di PvdD, GroenLinks e PvdA ritengono che il gabinetto stia facendo poco per prevenire lo sviluppo di zoonosi nel bestiame olandese. Entrambe le parti sono favorevoli alla riduzione della densità del bestiame avendo meno animali per stalla e meno stalle insieme. GroenLinks vuole anche che le diverse specie animali siano meno vicine tra loro. La BBB’er Caroline van der Plas reagisce con rabbia ai commenti di Laura Bromet (GroenLinks). Parla di “causare panico” e afferma che il numero di focolai di malattie animali, come l’afta epizootica e la peste suina, è molto più basso ora che in passato a causa dell’alto livello di igiene e biosicurezza.

Salute pubblica

Kuipers vuole anche prestare particolare attenzione alle zoonosi nella riclassificazione rurale attraverso il National Rural Areas Program (NPLG), al fine di ridurre il rischio che ciò accada. “L’impegno a migliorare la natura, il suolo, l’acqua, l’azoto e il clima è molto importante anche per la salute pubblica. Ecco perché voglio partecipare al piano anche dal punto di vista della salute pubblica”, afferma Kuipers.

Il membro del VVD Thom van Campen non vuole che l’approccio zoonotico sia un bastone in più per l’intervento del bestiame, oltre all’azoto. Kuipers dice che è incluso nel totale. Ciò riguarda non solo la regolamentazione dell’allevamento del bestiame, ma anche lo sviluppo della natura ei rischi ad essa associati, alla luce del cambiamento climatico.