QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La BCE alza i tassi di interesse per la prima volta dal 2011: l’inflazione resterà indesideratamente alta per un po’ | Notizie Instagram VTM

ModernizzazioneLa Banca centrale europea ha aumentato i tassi di interesse per la prima volta dal 2011. I tassi di interesse chiave presso la banca centrale sono aumentati di mezzo punto percentuale. Con questa mossa, che è più grande di quanto gli economisti si aspettassero, i responsabili politici di Francoforte vogliono contrastare la crescente inflazione nell’Eurozona. Secondo la presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde, le prospettive economiche nell’eurozona sono cupe a causa della guerra in corso in Ucraina e dell’inflazione, che “rimarrà a un livello indesiderabile per qualche tempo a venire”.

I francesi hanno affermato che gli effetti del conflitto armato, con inflazione a livelli record e molta incertezza nell’economia, stanno portando a prospettive cupe per la seconda metà del 2022 e oltre, dopo che la Banca centrale europea ha deciso per la prima volta di aumentare i tassi di interesse. Dal 2011 cercando di frenare gli aumenti dei prezzi.

I prezzi dell’energia sono aumentati particolarmente nettamente dall’invasione russa dell’Ucraina. Di conseguenza, la banca centrale ha dovuto intervenire. I tassi di interesse potrebbero aumentare ulteriormente entro la fine dell’anno, ma la Banca centrale europea non commenterà l’entità dei futuri incrementi dei tassi di interesse nella decisione odierna sui tassi.


citazioni

I tassi di interesse sono stati abbassati a livelli storicamente bassi dalla banca centrale nel corso degli anni. La Banca centrale europea ha fatto questo per rilanciare l’economia dell’Eurozona.

Quando la Banca centrale europea aumenta i tassi di interesse, le banche generalmente alzano i tassi sui mutui, ad esempio. Molte banche lo hanno già fatto negli ultimi mesi, perché si aspettavano che la banca centrale facesse questo passo. L’assunzione di prestiti è ora più costosa, il che dovrebbe far sì che le persone e le imprese spendano meno denaro, causando un calo della domanda nell’economia e un aumento dei prezzi meno rapidamente nel lungo periodo.

I tassi di interesse sono stati abbassati a livelli storicamente bassi dalla banca centrale nel corso degli anni. La Banca centrale europea ha fatto questo per rilanciare l’economia dell’Eurozona. Anche il cosiddetto tasso di deposito è da tempo sotto lo zero. Questo tasso di interesse ora va allo 0 percento. Ciò significa che le banche non devono più pagare per il denaro che immagazzinano temporaneamente nella Banca centrale europea.

strumento di protezione della trasmissione

I critici accusano la Banca centrale europea di alzare i tassi di interesse troppo tardi. L’inflazione dell’Eurozona è salita a livelli record da mesi. Allo stesso tempo, le prospettive economiche sono peggiorate a causa della guerra in Ucraina. In questo contesto, se la Banca centrale europea alza i tassi di interesse troppo rapidamente, potrebbe diventare un peso, soprattutto per i paesi fortemente indebitati dell’Europa meridionale.

Per garantire che i tassi di interesse più elevati non causino immediatamente problemi ad alcuni paesi, la Banca Centrale Europea sta lanciando un nuovo programma anti-crisi, il cosiddetto Transfer Protection Instrument (TPI). Con acquisti mirati di obbligazioni, il TPI mira a prevenire la volatilità “indesiderata” del mercato nei paesi dell’euro più deboli come l’Italia, dove i tassi di interesse sul debito pubblico possono aumentare molto più velocemente che nei paesi più forti. Questo, combinato con il rischio di una crisi dell’euro, vanificherebbe l’obiettivo della stabilità dei prezzi in tutta la zona euro.


citazioni

Preferiamo non usarlo, ma se vogliamo possiamo farne un ottimo uso.

Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea

Lagarde ha rivelato che i paesi possono beneficiare di tali acquisti se fanno abbastanza per mettere in ordine i propri bilanci, con la banca centrale che fa affidamento sulle analisi della Commissione europea e del Fondo monetario internazionale, ad esempio. Allo stesso tempo, solo la Banca Centrale Europea può decidere se impiegare o meno la risorsa. “Preferiremmo non usarlo”, ha detto Lagarde. Ma ha anche detto: “Se vogliamo, possiamo andare avanti”.

Gli investitori non sono impressionati

Sembra che gli investitori nei mercati valutari non siano stati interessati dalla divulgazione. L’euro ha rinunciato ancora una volta ai suoi precedenti guadagni rispetto al dollaro. In forte calo il valore dei titoli di Stato in Italia che, oltre all’elevato debito pubblico, è anche nel mezzo di una crisi politica.

I tassi di interesse non sono stati adeguati da quando Christine Lagarde è stata nominata presidente della BCE nel novembre 2019. L’ultima volta che i tassi di interesse sono stati aumentati nell’Eurozona è stato quando il francese Jean-Claude Trichet era ancora presidente della BCE. Il suo successore, Mario Draghi, ha attuato tagli dei tassi di interesse solo dalla fine del 2011.

Leggi anche: Paul D’Hoore spiega cosa significa per te un aumento dei tassi di interesse: “Prendere in prestito sta diventando più costoso e i conti di risparmio non danno immediatamente un rendimento maggiore”. (+)

Vedi anche: La Banca centrale europea ha già annunciato a giugno di aumentare i tassi di interesse per combattere l’inflazione elevata

READ  Deliveroo prevede di partire dai Paesi Bassi | Notizia