QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Bielorussia rimanda centinaia di migranti in Polonia

Le autorità bielorusse hanno scortato almeno 500 persone, per lo più dal Medio Oriente, al confine polacco. Le autorità polacche hanno tenuto consultazioni sulla crisi.

Le immagini pubblicate sui social media mostrano centinaia di persone che, secondo il governo polacco, sono in viaggio verso la città polacca di Koznica per attraversare il confine. I migranti sono sotto il controllo di unità armate bielorusse che decidono dove può andare il gruppo. Questo è un altro esempio di azione ostile contro la Polonia”, ha scritto su Twitter il portavoce dell’intelligence polacca Stanislaw Zarin.

Secondo l’Agence France-Presse, le foto sono state scattate dal villaggio bielorusso di Brozje, a soli 1,2 chilometri dal confine polacco. Una squadra di crisi polacca si è riunita per monitorare la situazione e ha inviato ulteriori forze di sicurezza al confine.

• Rapporto | Rimbalza avanti e indietro come una partita tra Polonia e Bielorussia

L’Unione Europea ha accusato per diversi mesi il regime di Alexander Lukashenko di aver trasportato migranti dal Medio Oriente e dall’Africa a Minsk per poi inviarli in Polonia e Lituania. Secondo Bruxelles, il dittatore bielorusso si sta vendicando in questo modo delle sanzioni annunciate dai paesi dell’Unione Europea contro il suo regime per violazione dei diritti umani e brogli elettorali.

Lukashenko nega questo, ma ha precedentemente affermato che non fermerà più le persone nel loro cammino verso una vita migliore nel “comodo occidentale”.

Gli immigrati sono stati accolti con filo spinato e soldati polacchi.
Foto: AFP

escalation

La situazione rischia di sfuggire al controllo mentre gruppi più numerosi si riuniscono al confine. Secondo la Commissione Europea, sono coinvolti centinaia di migranti. Il governo polacco afferma che ci sono tra i 3.000 e i 4.000 migranti al confine e altri 10.000 in arrivo. Sono accolti da bobine di filo spinato e 12.000 soldati polacchi e guardie di frontiera. Sono “pronti a difendere i confini polacchi”, ha affermato il ministro della Difesa polacco Mariusz Plzak.

READ  L'Australia risarcisce la "generazione rubata" della popolazione indigena

Migranti e rifugiati testimoniano le violenze nella regione di confine. I soldati bielorussi li costringono ad attraversare il confine, ma i soldati polacchi li spingono lì. Le organizzazioni umanitarie lanciano l’allarme sulla situazione disumana. Il conflitto geopolitico ha già mietuto la vita ad almeno dieci migranti.

Il governo di Varsavia vuole costruire un muro o una recinzione lungo il confine di 400 chilometri e sta sollecitando con dozzine di altri Stati membri che la Commissione europea aiuti a finanziarlo.

La Bielorussia rimanda di nuovo centinaia di migranti al confine polacco:
Foto: AFP

Turkish Airlines Aeroflot

Il capo del sindacato di polizia tedesco, Heiko Teggatz, ha dichiarato al quotidiano tedesco: foto La compagnia aerea russa Aeroflot e Turkish Airlines svolgono un ruolo importante nella fuga dei migranti verso Minsk, la capitale della Bielorussia. Ciò significa che Vladimir Putin e Tayyip Erdogan, rispettivamente i presidenti di Russia e Turchia, stanno chiudendo un occhio sulle compagnie aeree nel tentativo di esercitare pressioni sull’UE.

Molti dei migranti che riescono ad attraversare il confine con la Polonia sono diretti in Germania. Nelle ultime sei settimane hanno partecipato 6.000 migranti.