QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La cantante maliana Rogia Traare è stata arrestata in Italia per una condanna pronunciata in Belgio

La cantante maliana Rogia Traare è stata arrestata in Italia per una condanna pronunciata in Belgio

La cantante maliana era stata precedentemente arrestata a Parigi nel marzo 2020 e sottoposta a un mandato d’arresto europeo dopo che un giudice belga aveva ordinato la restituzione di sua figlia, che ora ha nove anni, al padre belga della bambina, John Goossens. Una volta era direttore della KVS e da anni è coinvolto in una battaglia per il divorzio con Dreyro. Il cantante e chitarrista è stato condannato a due anni di carcere in ottobre. Nonostante le sia stato vietato di lasciare la Francia, è volata in Mali con sua figlia.

I media italiani hanno riferito che il musicista è stato arrestato venerdì all’aeroporto di Roma Fiumicino, dove era atterrato per esibirsi in un concerto.

Condannato in contumacia

“Trore è stato arrestato in Italia a seguito della sentenza del Tribunale penale di Bruxelles del 18 ottobre 2023, che lo ha condannato a due anni di carcere con l’accusa di non aver rappresentato un minore davanti a una persona in custodia”, scrive il quotidiano di Bruxelles.

Sven Marie, un avvocato che rappresenta il padre del bambino, dice che il suo cliente non ha avuto contatti con sua figlia, che vive in Mali da più di cinque anni. “Negli ultimi anni, John Cousins ​​ha spesso proposto a Rogia Trore di firmare un nuovo accordo familiare, approvato dai tribunali del Mali e del Belgio, ponendo fine a questo sogno e garantendo un futuro alla figlia con entrambi i genitori,” Maria ha detto. . Secondo l’avvocato, Drare ha rifiutato questi vari tentativi di riconciliazione.

Rokia Traoré non è conosciuta solo per la sua carriera musicale, ma anche come attivista per i rifugiati. Nel 2015 è stato l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. È diventato ambasciatore.

READ  Prendi in mano la situazione: Francia e Italia non hanno sussidi per i veicoli elettrici cinesi