QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La carenza di personale è così grande che NMBS paga tutti i giorni di ricreazione…

© Mark Hermans – Media House

La carenza di personale tra i macchinisti ferroviari e i macchinisti è così grande che molti non possono nemmeno prendersi i giorni di ferie durante il fine settimana. Alcuni sono aperti “fino a decine” di giorni. NMBS ha deciso di pagare i giorni di ferie scaduti. Ma al personale del treno non piace. Venerdì, il lavoro è stato disposto spontaneamente qua e là.

Regina del boom

“Sono fuori casa per circa metà del fine settimana. Nessun problema, fa parte del lavoro. Ma i giorni di recupero durante la settimana sono spesso sprecati. Questo rende difficile la pianificazione per il resto della famiglia”. Non ho niente a che fare con teMia moglie dice. Per fortuna andiamo d’accordo, ma questa pazienza non è senza limiti».

capitano del treno martinsoprannome) Racconta la sua storia in modo anonimo: al suo datore di lavoro non piace molto quando parla con la stampa. Ma dal momento che NMBS ha annunciato in un’e-mail interna questa settimana che Martens deve convertire i giorni di rimborso risparmiati in denaro, non gli importa molto di questa regola. Ne ha ancora quasi quaranta, da completare entro la fine dell’anno.

“Non voglio quei soldi, voglio pace e tranquillità”, dice Martin. “Mangiati i denti, avrai quei giorni liberi più tardi: questo era il messaggio ogni volta. Tutti quei giorni che non eri a casa, ci stavano rovinando adesso. E io non sono il caso peggiore nel mio magazzino: lì sono colleghi che hanno 60 giorni fantastici. Dovranno smettere di lavorare ora per finirlo prima della fine dell’anno. Ma non puoi prenderti una vacanza, perché i treni devono continuare a correre”.

ispezione sociale

NMBS non fornisce cifre esatte sul numero di giorni di rimborsi in sospeso – indica solo la “media di cinque giorni”. Questo è calcolato sulla base di un totale di 30.000 dipendenti, comprese le persone che svolgono un lavoro d’ufficio durante l’orario di lavoro. Quindi, 15.000 persone hanno almeno cinque giorni di ferie scadute – 75.000 in totale – ma per molti di loro l’arretrato è salito a decine. Questo numero è così alto che l’Ispettorato Sociale NMBS ha bussato alla porta e ha costretto la compagnia ferroviaria ad affrontare il problema. La soluzione dell’impresa ferroviaria: pagare i giorni di rimborso. “Ma i dipendenti preferiscono prendersela per il tempo piuttosto che per i soldi”, afferma Nikki Machelen di ACOD Spoor.

Altri sindacati affermano che ci sono notevoli preoccupazioni sulla decisione. Qua e là, alcuni treni non sono partiti venerdì perché il personale ha smesso spontaneamente di lavorare. “Le persone sono stanche a causa del lungo lavoro e da molto tempo è stato loro promesso che le cose miglioreranno”, afferma Joachim Permentier di OVS. “Ora sta arrivando il messaggio che non possono trascorrere i loro giorni di recupero ma vengono pagati. Hanno paura che diventi un’abitudine”.

L’agenzia del personale NMBS e HR Rail riconoscono che “la soluzione non è soddisfacente per tutti i dipendenti coinvolti”, appare in una risposta scritta. “Il piano di eliminazione graduale è già stato elaborato prima dell’arrivo dell’Ispettorato sociale, ma l’Ispettorato sociale chiede che la situazione attuale venga risolta al più presto. La BNS deve garantire il rispetto dei requisiti. Sono inoltre in corso varie campagne lanciato per riempire i 600 posti vacanti nel NMBS il prima possibile”.

READ  Il principale gestore patrimoniale degli Stati Uniti crea un nuovo fondo Bitcoin (BTC) »Crypto Insiders