QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La città australiana vieta le “immersione con le gazze” dopo la tragica morte

La città di Brisbane, nell’Australia orientale, sta combattendo contro quelli che definisce “uccelli subacquei pericolosi” dopo che un attacco indiretto di una gazza ha ucciso una bambina di cinque mesi.

Baby Mia è morta per un trauma cranico fatale all’inizio di agosto quando sua madre è inciampata ed è caduta mentre cercava di scappare da una gazza nel centro di Glendman Park. Secondo i residenti, questa specie di uccello rende i parchi di Brisbane non sicuri da tempo: nelle settimane e nei mesi precedenti il ​​tragico incidente, ci sono stati già cinque attacchi simili nello stesso punto. Un rapporto della città ha affermato che “alcune persone credono che tale comportamento subacqueo sia una reazione normale”. “Ma nelle aree urbane come i parchi e le strade dobbiamo mettere le persone al primo posto”.

Dopo un’indagine da parte della città, ora si decide di dare la caccia agli uccelli dal centro di Brisbane. Gli esperti verranno sulla scena e cercheranno uccelli aggressivi che devono essere trasportati. “Questo accadrà ogni volta che un uccello mostra un comportamento pericoloso e non è possibile rendere inaccessibili al pubblico i terreni dell’uccello”, ha detto martedì il Brisbane City Council. La città pubblicherà anche cartelli di avvertimento molto visibili.

READ  Testimone che il principe ereditario collabora di nuovo al processo di Marengo mentre Taghi è sotto processo | Peter R. è morto. de Vries