QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La città cinese di Xi’an vieta la guida dopo lo scoppio di Corona | all’estero

Le autorità cinesi hanno annunciato le “misure più severe” nella città di Xi’an per combattere l’epidemia di Corona lì. Ad esempio, nella maggior parte dei casi, la guida non è consentita, a meno che le persone non debbano prendere la strada per combattere il virus, ad esempio.




La Cina ha segnalato lunedì 162 nuove infezioni, 150 delle quali identificate nella città di Xi’an. La città di 13 milioni di persone è stata rigorosamente chiusa la scorsa settimana.

Dieci giorni di carcere

La polizia controllerà le auto. Chi trasgredisce le regole può essere condannato a dieci giorni di reclusione e a 69 euro di multa. Nel frattempo, le autorità stanno spruzzando disinfettanti anche a Xi’an. Ai residenti viene chiesto di tenere le finestre chiuse e di non toccare i tetti o le piante per strada.

A causa del blocco, alle persone è stato a malapena permesso di uscire. Una persona per nucleo familiare può fare la spesa una volta ogni tre giorni. Le persone devono chiedere il permesso alle autorità o al loro datore di lavoro se vogliono lasciare la città.

Punizione dei dipendenti pubblici

Il governo cinese ha imposto condanne anonime a 26 funzionari di Xi’an. Non avrebbero fatto abbastanza per prevenire e contenere l’epidemia. La scorsa settimana, prima che entrasse in vigore il blocco, Xi’an ha iniziato a testare tutti i residenti.

La Cina teme che l’infezione passi inosservata, in modo che il virus possa eventualmente comparire in più luoghi del Paese. Il governo spera di contenere l’epidemia prima dell’inizio delle Olimpiadi invernali a Pechino a febbraio.

La Cina ha una politica rigorosa su Corona. L’epidemia viene tenuta sotto controllo attraverso blocchi locali e test di massa della popolazione.

READ  Il presidente Macron vuole controllare più rigorosamente il comportamento degli agenti di polizia francesi | All'estero