QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Commissione Europea chiede a Intel una multa di miliardi per i difetti di AMD – IT Pro – News

La Commissione europea sta impugnando la sentenza della Corte di giustizia europea, che all’inizio di quest’anno ha inflitto a Intel una multa multimiliardaria. La Commissione Europea ha imposto questa multa nel 2009 perché Intel ha abusato della sua potenza nel mercato delle CPU x86.

La Commissione Europea ha multato Intel per essersi presa un vantaggio ingiusto sulla rivale AMD. Intel offrirà sconti ai produttori di PC come Dell, Lenovo, HP e NEC sui loro processori se utilizzano pochi o nessun processore AMD nei loro sistemi. Intel avrebbe anche pagato MediaMarktSaturn per bloccare le vendite di sistemi contenenti processori AMD.

La commissione ha riscontrato che ciò ostacola la concorrenza, limitando così la scelta dei consumatori e inibendo l’innovazione sul mercato. L’altezza è fissata a 1,06 miliardi di euroOggi si tratta di circa 1,3 miliardi di euro, al netto dell’inflazione. Questo era un importo record all’epoca. L’importo equivale al 4,5% del fatturato mondiale dell’azienda nel 2008. L’utile netto di Intel per quell’anno è stato di 3,9 miliardi di euro.

Intel ha resistito da quando è stata inflitta la multa. Nel 2014 è stato presentato ricorso dalla Corte di giustizia europea abbassa la vocema Intel è andata nel 2016 Appello di nuovo† Il risultato è stata una sentenza del gennaio di quest’anno: parte della sentenza del 2009 è Vuoto Intel non deve pagare la multa. La corte ha ritenuto che l’analisi della Commissione europea fosse incompleta e non mostrasse adeguatamente che gli sconti di Intel stessero restringendo illecitamente la concorrenza.

La Commissione Europea ha confermato venerdì scorso contro il record Faranno ricorso contro la sentenza. La Commissione europea non ha voluto commentare ulteriormente e Intel non è stata immediatamente disponibile a rispondere al verbale.

READ  Il rivenditore di auto King Van Mossel entra in un'azienda di famiglia nel fiammingo occidentale