QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Corea del Nord spara a Squid | All’estero

Un giovane nordcoreano è stato condannato a morte per aver contrabbandato una chiavetta USB contenente file video della serie Netflix sudcoreana “Squid Game”. La sentenza sarà eseguita mediante fucilazione. Che Radio Free Asia riporta.




Guarda il trailer di “Squid Game” qui sotto:

È sempre difficile ottenere informazioni obiettive e imparziali sulla Corea del Nord chiusa. Le informazioni qui provengono anche da Radio Free Asia, una stazione radio finanziata dal governo degli Stati Uniti.

Il contrabbandiere, uno studente, era tornato dalla Cina con un dispositivo USB. È stato arrestato dalle forze di sicurezza nordcoreane dopo aver venduto copie a diverse persone, compresi altri studenti. Il giovane è ora condannato a morte.

“Tutto è iniziato la scorsa settimana quando uno studente delle superiori ha acquistato di nascosto una chiavetta USB contenente file video di un gioco di Squid e l’ha guardato con uno dei suoi migliori amici in classe”, ha detto una fonte. Anche altri studenti hanno acquistato i file.

lavoro forzato

Radio Free Asia ha riferito che lo studente che ha acquistato una copia della serie è stato condannato all’ergastolo, mentre altri sei che hanno visto la serie sono stati condannati a cinque anni di carcere con i lavori forzati.

Si ritiene che gli arresti siano avvenuti la scorsa settimana nella provincia di North Hamgyong, al confine con la Cina. Sono stati licenziati anche alcuni dipendenti della scuola in questione. La scuola per gli studenti condannati è ancora sotto attenta ispezione da parte delle autorità nordcoreane per verificare la presenza di ulteriori media stranieri in circolazione.

READ  Washington si prepara a imporre severe sanzioni alla Russia

Immagine dal gioco Squid © Netflix

“Elimina il pensiero reazionario”

La fonte ha affermato che l’arresto e la condanna dei sette studenti hanno rappresentato la prima volta che il regime nordcoreano ha attuato la legge “Eliminazione del pensiero e della cultura reazionaria” recentemente approvata in un caso che coinvolge minori. I trasgressori rischiano la pena di morte per aver guardato, tenuto o distribuito ai media dei paesi capitalisti, in particolare la Corea del Sud e gli Stati Uniti.

Sulla scia del caso, le autorità hanno iniziato a cercare dispositivi di archiviazione e file video contenenti media stranieri nei mercati, ha detto un residente a Radio Free Asia.


Citazione

Tutti gli abitanti tremano di paura mentre vengono puniti senza pietà per aver acquistato o venduto dispositivi di archiviazione, non importa quanto piccoli.

residente sconosciuto

Un’altra fonte anonima ha affermato: “I residenti tremano di paura mentre vengono puniti spietatamente per l’acquisto o la vendita di dispositivi di archiviazione, non importa quanto piccoli”.

Certo che è difficile

Per il leader nordcoreano Kim Jong Un, 37 anni, sembra esserci un motivo importante per intraprendere questa difficile strada: il timore che molte persone fuggano all’estero a causa della sua dittatura.

Due anni fa, il Washington Post ha riportato un sondaggio su 200 rifugiati nordcoreani che vivono in Corea del Sud. Il novanta per cento ha riferito di aver visto i media stranieri prima di fuggire.

Leggi anche: La Corea del Nord condivide le foto di soldati che spaccano rocce con la testa: “Questa è intimidazione”

Vedi anche: Il calamaro incoraggia un comportamento aggressivo?