QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La delegazione dell’UE lascia la riunione dell’AIEA a causa di “commenti inaccettabili” dalla Russia

La delegazione dell’Unione europea che rappresenta il sindacato presso le istituzioni delle Nazioni Unite a Vienna mercoledì ha lasciato una riunione speciale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica in segno di protesta. I membri della delegazione si sono dimessi in risposta ai “commenti inaccettabili” della Russia.

Leggi anche. Preoccupazione di Chernobyl: la centrale nucleare interrompe l’elettricità, i generatori diesel fino a 48 ore

“Condanniamo fermamente l’aggressione militare russa in Ucraina e la conseguente minaccia nucleare quando si tratta di strutture in Ucraina”, hanno scritto i delegati su Twitter.

(Leggi di più sotto il tweet)

Ecco il contenuto elencato da un social network su cui vuoi scrivere o leggere i cookie. Non hai dato il permesso per questo.

In una dichiarazione all’Agenzia internazionale per l’energia atomica, l’Unione europea ha anche affermato che vi sono “serie preoccupazioni per gli attacchi agli impianti nucleari delle forze russe nella zona speciale di Chernobyl e alla centrale nucleare di Zaporizhzhya”. Nella dichiarazione si afferma che l’Unione europea vuole quindi fare tutto il possibile per evitare un incidente nucleare, un incidente nucleare o un’altra emergenza radiologica. “Ora è il momento di agire per prevenire uno scenario del genere”.

L’Unione Europea ha nuovamente invitato la Russia a “fermare immediatamente l’aggressione militare contro l’Ucraina ea rispettarne la sovranità e l’indipendenza”.

(S)

READ  Un convoglio russo di 60 chilometri vicino a Kiev è fermo da circa due giorni. Cosa sta succedendo?