QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La fabbrica italiana di bibite Solvay promette di scaricare meno rifiuti residui in mare: la fine dell’inquietante spiaggia bianca di Rosignano?











A Rosignano, in Italia, la fabbrica di soda dell’azienda chimica Solvay da decenni scarica i rifiuti residui direttamente in mare. L’inquinamento ambientale ha portato accidentalmente a una spiaggia bianca artificiale. Sotto la pressione dell’investitore attivista Bluebell Capital, il gruppo belga promette ora di eliminare gradualmente i residui di calcare.

Le spiagge bianche rendono Rosignano un luogo pittoresco a prima vista, ma la storia sottostante è molto meno innocente. L’effluente bianco del vicino impianto Solvay Soda (carbonato di sodio) ha fatto impallidire la sabbia a causa dello scarico diretto.

Secondo l’azienda, si tratta principalmente di residui di calce e non c’è nulla di dannoso nei rifiuti rimanenti, ma gli ambientalisti credono molto meno. Inoltre, una fabbrica chimica in funzione dal 1912, che scarica tonnellate di rifiuti residui in mare non è in quest’epoca, pensano.

Decenni di rifiuti industriali lungo la Solway hanno portato allo sbiancamento del litorale di Rosignano. (Foto di Getty Images)

Zero emissioni entro il 2050

La casa di investitori attivisti Bluebell Capital ha acquistato 1 azione di Solvay per sollevare la questione. soluzione incontrato Anche se la riduzione delle emissioni è diffusa da diversi decenni: l’azienda chimica si è impegnata a ridurre le emissioni del 20 per cento entro il 2030 e del 40 per cento entro il 2040.

Ci sarà anche una soluzione permanente: entro il 2050, Solvay prevede di investire in un nuovo processo di produzione di carbonato di sodio che eliminerà completamente la necessità di smaltire i rifiuti di calcare. Ciò significa che le tracce della spiaggia bianca di Rosignano finiranno per scomparire.

READ  L'Italia vieta le navi da crociera a Venezia

In cambio, Bluebell terminerà la sua campagna contro Solvay, hanno confermato le due società Comunicazione collaborativa.

(NS)