QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La fisioterapia nel COVID-19 è essenziale fisicamente e mentalmente – Salute

Uno studio condotto dal Gruppo di ricerca sulla riabilitazione della Vrije Universiteit Brussel e dell’UZ Brussel ha dimostrato che la terapia fisica per i pazienti affetti da COVID-19 ha un effetto positivo sulla funzione polmonare. Affermano persino che un fisioterapista è indispensabile e contribuisce anche al benessere mentale.

Circa il 14% dei contagiati dal Covid-19 finisce in ospedale e alcuni necessitano di cure intensive. Questi pazienti hanno problemi polmonari, disturbi neurologici, diminuzione delle capacità fisiche, debolezza muscolare, disturbi psicologici e cognitivi. Emma De Keersmaecker, insieme a un team di UZ Brussel e al VUB Rehabilitation Research Group, ha studiato come contrastare queste complicazioni con una terapia fisica appropriata.

Finora, le linee guida per la terapia fisica per i pazienti Covid-19 si sono spesso basate sull’opinione di esperti o su studi precedenti su pazienti con altre condizioni polmonari simili. Nel frattempo, sono sempre di più gli studi clinici che esaminano l’effetto della terapia fisica sulla guarigione dei pazienti Covid-19.

migliorare la funzione polmonare

L’analisi ha dimostrato che la riabilitazione respiratoria, combinata o meno con la terapia fisica o l’esercizio aerobico, è un intervento estremamente importante e necessario durante la riabilitazione da COVID-19. I pazienti sono migliorati in diverse aree. La fisioterapia ha avuto un impatto positivo sulla funzione polmonare, ma anche sulla salute fisica e psicosociale dei pazienti COVID-19.

Quindici studi hanno soddisfatto i criteri prestabiliti per lo studio, con un totale di 1.341 pazienti con Covid-19. In questi studi, la fisioterapia è stata offerta ai pazienti COVID-19 in varie forme. Ci sono stati interventi in cui l’attenzione si è concentrata sul miglioramento della funzione polmonare. Questi trattamenti consistono principalmente in allenamento dei muscoli respiratori, tosse, esercizi di respirazione, posizione sdraiata sullo stomaco o ventilazione a pressione positiva (CPAP). Altri interventi si sono concentrati maggiormente sul miglioramento della forma fisica generale dei pazienti. Questi trattamenti consistono in esercizi di terapia (esercizi di forza, esercizi di equilibrio, esercizi di mobilizzazione) ed esercizi aerobici (camminata, bicicletta). Questi studi hanno esaminato l’impatto di questi interventi sulla funzione polmonare dei pazienti COVID-19, nonché sulla loro forma fisica e funzionamento psicosociale.

READ  Tina di Roeselare canalizza la frustrazione disegnando bambole

De Keersmaecker: “Nonostante questi risultati positivi, c’è bisogno di più ricerca di alta qualità focalizzata su tutte le fasi del recupero dopo Covid-19, Covid-19 acuto e cronico, al fine di fornire agli operatori sanitari una guida chiara e basata sull’evidenza. .”

Circa il 14% dei contagiati dal Covid-19 finisce in ospedale e alcuni necessitano di cure intensive. Questi pazienti hanno problemi polmonari, disturbi neurologici, diminuzione delle capacità fisiche, debolezza muscolare, disturbi psicologici e cognitivi. Emma De Keersmaecker, insieme a un team di UZ Brussel e al VUB Rehabilitation Research Group, ha studiato come contrastare queste complicazioni con una terapia fisica appropriata. Finora, le linee guida per la terapia fisica per i pazienti Covid-19 si sono spesso basate sull’opinione di esperti o su studi precedenti su pazienti con altre condizioni polmonari simili. Nel frattempo, sono sempre di più gli studi clinici che esaminano l’effetto della terapia fisica sulla guarigione dei pazienti Covid-19. L’analisi ha dimostrato che la riabilitazione respiratoria, combinata o meno con la terapia fisica o l’esercizio aerobico, è un intervento estremamente importante e necessario durante la riabilitazione da COVID-19. I pazienti sono migliorati in diverse aree. La fisioterapia ha avuto un impatto positivo sulla funzione polmonare, ma anche sulla salute fisica e psicosociale dei pazienti COVID-19. Per lo studio, quindici studi hanno soddisfatto i criteri prestabiliti, per un totale di 1.341 pazienti con COVID-19. In questi studi, la fisioterapia è stata offerta ai pazienti COVID-19 in varie forme. Ci sono stati interventi in cui l’attenzione si è concentrata sul miglioramento della funzione polmonare. Questi trattamenti consistono principalmente in allenamento dei muscoli respiratori, tosse, esercizi di respirazione, posizione sdraiata sullo stomaco o ventilazione a pressione positiva (CPAP). Altri interventi si sono concentrati maggiormente sul miglioramento della forma fisica generale dei pazienti. Questi trattamenti consistono in esercizi di terapia (esercizi di forza, esercizi di equilibrio, esercizi di mobilizzazione) ed esercizi aerobici (camminata, bicicletta). Questi studi hanno esaminato l’impatto di questi interventi sulla funzione polmonare dei pazienti COVID-19, nonché sulla loro forma fisica e funzionamento psicosociale. De Keersmaecker: “Nonostante questi risultati positivi, è necessaria una ricerca più di alta qualità incentrata su tutte le fasi del covid-19, il recupero dalla malattia COVID-19 acuta e cronica, per fornire agli operatori sanitari una guida chiara e basata sull’evidenza. ”

READ  Il dubbio su un vaccino ha anche qualcosa a che fare con chi fornisce le informazioni: la salute