QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La gente del posto vuole l’assoluta certezza che tre fine settimana siano una tantum (Boom) Tomorrowland

I residenti dell’area ricreativa regionale De Schorre a Boom hanno sentimenti contrastanti riguardo a tre fine settimana a Tomorrowland nel 2022. “La cosa più importante ora è che stiamo ricevendo ufficialmente una garanzia, attraverso la conferma legale, che si tratta di un evento unico”, afferma Jan Dirks, presidente del consiglio di amministrazione di De Schorre nella contea di Boom Bosstraat-Hoek-De Schomme.

Venerdì è stato annunciato che la provincia di Anversa ha dato il via libera all’organizzazione di tre weekend di Tomorrowland nel luglio 2022, con una serie di circostanze circostanti principalmente legate all’impatto sul quartiere. Si tratta di una serie di accordi in materia di mobilità, accessibilità, orari di apertura, fuochi d’artificio e misure come la cancellazione di tutti i voli privati ​​in elicottero.

Leggi anche. Tre weekend Tomorrowland l’anno prossimo: il via libera ad Anversa

Quando l’organizzazione ha annunciato l’anno scorso che stava prendendo in considerazione tre fine settimana, il quartiere è stato accolto con scetticismo. Il consiglio di quartiere ha quindi condotto un’indagine nei tre borghi nelle immediate vicinanze di De Schorre. Quindi più di 800 locali hanno indicato che non gli piaceva affatto. “Giralo o capovolgilo, è fastidioso”, afferma Jan Dirks.

Etienne, Sandra, Jean, Nora e Lynn nella petizione dell’anno scorso. © JB

“Le procedure di scorta sono in ogni caso cose che possono aiutare un po’. Ora le esamineremo a fondo con il consiglio di quartiere e vedremo se ci saranno ulteriori reclami. Di solito abbiamo una riunione digitale intorno a mercoledì prossimo. Dopodiché, continueremo il dialogo con l’ente e il comune per ottenere le necessarie garanzie”.

dialogo aperto

“Penso che a questo punto in cui siamo ora, ci sia un po’ di discussione legale, ma è meglio che proviamo in un dialogo aperto per ottenere il massimo da questa eccezione. La cosa più importante ora è che otteniamo le tutele necessario per questo. Perché c’è un precedente. Alcuni anni fa. Anche i fine settimana erano una tantum. È andata diversamente. Ecco perché il nostro requisito esplicito è che la carta, in cui sono stabilite queste procedure uniche e le accompagna, sia legalmente stabilito”, afferma Dirks.

“Nei prossimi mesi avremo dei colloqui con l’organizzazione e il comune per aggiustare il tutto. C’è da dire che Tomorrowland è aperto alle nostre aspirazioni”.

READ  Il giudice respinge la richiesta di archiviare il caso Harvey Weinstein All'estero