QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Germania adotta misure di risparmio energetico: riscaldamento di acqua fredda e vapore per lavarsi le mani negli edifici pubblici | Economia

Il governo tedesco ha adottato una serie di misure per risparmiare energia. Il riscaldamento negli edifici pubblici sarà ridotto e non ci sarà più acqua calda per lavarsi le mani. Il governo spera che gli individui seguano l’esempio.

Non vogliamo che le misurazioni della temperatura nelle camere da letto e la libertà individuale abbiano la priorità, ma le misure dovrebbero invitare le famiglie ad assumersi la responsabilità. “Dovrebbero anche fare la loro parte per ridurre il consumo di energia”, afferma il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck.

19 gradi

I servizi governativi vogliono dare l’esempio. Il riscaldamento negli edifici pubblici e governativi sarà limitato a 19 gradi dal 1 settembre. Nei luoghi in cui i dipendenti svolgono un lavoro fisicamente intenso, il riscaldamento è limitato anche a 12 gradi. Nelle aree pubbliche degli edifici, come i corridoi, il riscaldamento verrà spento completamente e non ci sarà più acqua calda per lavarsi le mani.

Nel settore privato si abbasseranno le temperature minime a cui solitamente le aziende devono attenersi. Con questo, il governo vuole incoraggiare anche le aziende private a fare uno sforzo. Ospedali e istituzioni sociali sono esentati da queste misure.

2% di risparmio

Queste misure dovrebbero comportare un risparmio del 2% nel consumo di gas in Germania. “Ciò significa che abbiamo ancora molta strada da fare”, afferma Habeck. Secondo gli esperti, se la più grande economia europea vuole sfuggire alla carenza di gas quest’inverno, i consumi devono essere ridotti del 20 per cento. “Non forniremo abbastanza gas senza la partecipazione pubblica di aziende e residenti”, ha affermato il ministro.

READ  Milioni di vittime: il bilancio delle vittime del coronavirus in India è 10 volte superiore a quello riportato ufficialmente al di fuori del paese

Il governo ha adottato anche altre misure. Ad esempio, i negozi non possono più lasciare le porte aperte quando il negozio è riscaldato e le luci degli edifici sono spente di notte, proprio come le pubblicità luminose. Dal 1 settembre sarà vietato anche il riscaldamento delle piscine private se effettuato con luce e gas prelevati dalla rete pubblica.