QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Germania stringe le serrature, l’Italia apre i terrazzi: valica confine

Belgio

I belgi potranno presto bere una birra sulla terrazza. Le terrazze riapriranno dall’8 maggio, ma nessuna decisione è stata ancora presa su quando aprirà la ristorazione.

Il numero di persone infette da corona è in calo e il numero di persone ricoverate in ospedale è in calo. Ecco perché il governo belga ha presentato un piano graduale in cui c’è spazio per rilassarsi.

Scuole riaperte da pochi giorni. Il divieto di viaggio per i viaggi non essenziali all’interno dell’UE è stato revocato dal 19 aprile. Tuttavia, i belgi di ritorno dall’estero devono ancora essere testati e isolati.

Dal 26 aprile, le persone potranno radunarsi all’aperto in gruppi di dieci. Puoi fare acquisti senza incontrarti. Parrucchieri e altri professionisti di collegamento possono tornare al lavoro.

Entro l’8 maggio devono essere vaccinate tutte le persone di età superiore ai 65 anni. Questo sarà il segnale di partenza per ulteriori possibilità come la riammissione a zoo e parchi divertimento ed eventi.

Il coprifuoco è stato revocato e alle persone è stato impedito di radunarsi dalla mezzanotte.

Germania

Aspettatevi un po’ di più per i tedeschi. Lì, le serrature sono serrate in molti luoghi, come Berlino. I negozi devono essere chiusi di nuovo, ordinato il coprifuoco. “La sensazione con i tedeschi è: abbiamo finito la corona ora. Ma le statistiche dicono qualcos’altro”, afferma il giornalista Jன்rn Ackermans.

Il numero di contagi in Germania è in aumento nelle ultime settimane. Oggi sono state segnalate quasi 25.000 nuove infezioni. I medici avvertono che non dovrebbe esserci troppa pressione sulla salute. “La popolazione sta crescendo di nuovo, specialmente negli IC, il che sta rendendo i tedeschi molto irrequieti”, ha detto Ackermans.

READ  Ora d'inizio del Sei Nazioni Scozia-Italia, canale TV, informazioni in diretta streaming e notizie sulla squadra

Il presidente Merkel vuole un approccio nazionale per controllare il virus. Fino ad ora, i sedici stati federali in Germania sono stati in grado di determinare da soli le misure corona da imporre, ma ciò ha causato molta incertezza. E l’approccio non ha funzionato.

Coronavat

Il parlamento tedesco ha approvato oggi la legge Corona della Merkel. Se ci sono più di 100 contagi in un’area di 100.000 persone, questo vale per tre giorni consecutivi. Potrebbe quindi essere imposto un coprifuoco, ad esempio, per chiudere i negozi e il settore della ristorazione. Con oltre 165 epidemie, dovrebbero essere chiuse anche le scuole.

Se nelle regioni ci sono meno di 100 contagi al giorno, i provvedimenti verranno presi immediatamente. “Ora sono gli ospedali a determinare le azioni, non più i politici”, spiega Ackermans.

C’è una forte opposizione a questa legge. Migliaia di persone hanno protestato oggi a Berlino. Il giornalista Ackermans, che ha partecipato alla manifestazione, ha dichiarato: “I manifestanti gridano: siamo contro questa legge mascherata”. Secondo lui nessuno è contento della legge, ma secondo il governo c’è ancora da fare chiarezza.

Domani anche il Consiglio federale voterà sulla legge. Se approvato, resterà in vigore almeno fino alla fine di giugno.

Ackermans afferma che il nuovo approccio creerà anche situazioni folli perché una regione è autorizzata più di un’altra. Quindi attualmente non ci sono terrazze a Berlino ed entra appena in tempo. “Non vedo l’ora.”

Francia

Terzo, il duro blocco era quasi finito per i francesi. C’è un ordine di coprifuoco dalle 19:00 fino al 2 maggio, scuole e asili nido sono chiusi, negozi e ristoranti sono chiusi e non è permesso andare a più di dieci chilometri da casa. “È un po’ più difficile qui che nei Paesi Bassi”, afferma la giornalista Evelyn Bijlsma.

READ  Dopo Italia-Spagna tutti parlano di Sielini: "E' matto!" (Video) | Calcio24

Secondo lui, il numero di epidemie in Francia sta lentamente migliorando. Ci sono ancora circa 30.000 persone al giorno. Ma il presidente Emmanuel Macron ha nuovamente dato ai francesi una prospettiva. Il blocco sarà parzialmente rimosso all’inizio di maggio. La regola dei dieci chilometri scade e il coprifuoco non entra in vigore fino a sera.

Il governo stima che il numero di infezioni sia sceso a 20.000 al giorno entro la metà di maggio. E circa venti milioni di persone sono state vaccinate. Le terrazze possono essere riaperte così come i negozi e gli stabilimenti culturali. Possono consentire solo un terzo del numero. “Questa è una promessa molto difficile da parte di Macron e non la cambierà più”, afferma Pizzlesma.

Italia

C’è anche una visione per una maggiore indipendenza in Italia. “Anche l’Italia vuole aprire il prima possibile, certo, ma era chiaro per quanto tempo”, afferma il giornalista Anuk Boon.

Il numero dei contagi sta lentamente diminuendo. Oggi ci sono circa 12.000 nuovi casi di corona. “È spesso raddoppiato nelle ultime settimane, quindi fa davvero la differenza”. Il governo aveva inizialmente previsto di riposare solo a metà maggio, ma ora sta cercando un posto dove farlo fino al 26 aprile.

Il paese è diviso in diverse zone di colore: giallo, arancione e rosso. Nelle zone gialle, i dati sull’inquinamento sono inferiori e ne sono consentiti di più rispetto alle zone rosse. Ad esempio, in quei luoghi si possono riaprire i terrazzi, i bambini possono andare a scuola e teatri e teatri possono riportare indietro le persone. “Tutto va con regole più rigide, come persone limitate, mantenimento della distanza e prenotazioni”.

READ  Forti piogge provocano gravi inondazioni nel nord Italia

L’idea è che i grandi eventi possano svolgersi di nuovo a luglio.

“Piove in diverse date, ci sono molte macchie all’orizzonte. Tuttavia, abbiamo un ritardo nella vaccinazione, quindi il governo italiano ha tenuto la mano coperta”.