QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La giuria nel processo Ghislaine Maxwell aggiorna di nuovo il verdetto | spettacolo

celebritàUna giuria in un tribunale di New York, dove è processato il personaggio della società britannica Ghislaine Maxwell, 60 anni, ha nuovamente rinviato la sua sentenza, nonostante le pressioni di un giudice, che teme che le parti del processo saranno colpite dalla pandemia.




Le sei donne ei sei uomini non sono stati in grado di raggiungere un consenso sulla colpevolezza o l’innocenza di Maxwell per una settimana. Così hanno chiesto ancora una volta di poter rileggere le trascrizioni di molte delle testimonianze al processo, iniziato il 29 novembre. Tra l’altro, hanno voluto rivedere la testimonianza di una psichiatra forense, Elizabeth Loftus, sulla memoria “distorta” delle vittime di violenza sessuale un quarto di secolo fa.

Ghislaine Maxwell, 60 anni, è in prigione a New York dal suo arresto nell’estate del 2020, in parte perché ha dato al suo ex compagno, il finanziere americano Jeffrey Epstein, ragazze minorenni. Sono stati sfruttati sessualmente nel periodo 1994-2004. Epstein si è suicidato in prigione nell’agosto 2019.

Minaccia del virus corona

Di fronte all’ingegnosità della giuria, il giudice del distretto federale di Manhattan Alison Nathan ha espresso preoccupazione martedì per l'”aumento astronomico” delle infezioni con il tipo di coronavirus Ommicron a New York. E ha minacciato di rimandare indietro i 12 giurati durante il fine settimana di Capodanno se non avessero raggiunto un verdetto.

Gislan Maxwell rischia diversi decenni di carcere se viene giudicata colpevole dei sei crimini di cui è accusata. La figlia del magnate dei media britannico Robert Maxwell (morto nel 1991) si dichiara innocente.

READ  Von der Leyen: la Russia ricatta il mondo con la minaccia della fame | all'estero

Leggi anche:

La giuria continua oggi le sue deliberazioni sulla colpevolezza di Jeslyn Maxwell

La giuria non è d’accordo con il verdetto di Ghislaine Maxwell nel processo per abusi