QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La giustizia tedesca chiede otto anni al “profeta sessuale” olandese Robert B. | All’estero

I pubblici ministeri tedeschi hanno chiesto oggi una condanna a otto anni di carcere per il leader di una setta olandese Robert B. La magistratura tedesca sospetta di privare un uomo della libertà e di aver aggredito sessualmente una donna che apparteneva alla sua setta, con sede in Germania.




La Cliff Court ha appena annunciato la sentenza a porte chiuse.

La prima sessione è iniziata contro B. Nel mese di giugno. Da allora, Amsterdam è apparsa in tribunale decine di volte. B è il predecessore della disposizione del trasformatore. Il 59enne giudice olandese è sospettato di aver abusato di una donna dai 12 ai 25 anni. In totale, la donna, di nome Emma, ​​​​è stata abusata 132 volte, secondo la giustizia. Secondo OM, gli abusi di B. sono continuati fino a quando la polizia ha fatto irruzione nel monastero di Goch, in Germania, alla fine dello scorso anno, dove originariamente si trovava la congregazione olandese.

Caso

Poco prima, Emma, ​​ora 26enne, è scappata dal culto con suo fratello e sua madre. Secondo il culto, era “sposata” con B. , ma aveva anche una relazione con qualcuno fuori posto. Attraverso il suo amante, è venuta fuori la storia che era stata abusata per quattordici anni.

L’imputato B nel caso è rappresentato da tre avvocati, tra cui l’avvocato olandese Inez Whisky. La difesa aveva precedentemente chiesto il rilascio del suo cliente, che sarebbe stato innocente. Secondo la difesa, la dichiarazione della vittima sarebbe stata inventata. È la sua parola contro il loro cliente.

porte chiuse

READ  Biden mette speranza nelle pillole Corona | Corona virus quello che c'è da sapere

Il tribunale di Cliff, dove il caso contro il leader della setta Robert B. © DJ

La corte non ha saputo spiegare la richiesta di stasera, che è stata emessa a porte chiuse.

Quasi tutte le sessioni del tribunale sono state chiuse al pubblico e alla stampa. Secondo la corte, ciò era dovuto a questioni intime che avrebbero potuto essere discusse. Ad esempio, la stessa Emma è stata ascoltata come testimone durante il processo. È stata vittima anche da minorenne: in 65 dei 132 casi di aggressione da parte di B. Emma, ​​aveva meno di 14 anni.

La corte ha ancora due giorni di udienza, il 21 dicembre e il 30 dicembre. Secondo il giudice della stampa, la corte probabilmente si pronuncerà su questo caso di lunga data entro l’ultimo giorno dell’udienza.

Inizia la causa contro il leader della setta ‘Ordine dei Transformants’: Robert B. è sospettato di 132 aggressioni sessuali (+)

Questa è la Medaglia dei Transformers: Sospetto Robert B. Sospettato di abusi, ha tenuto in pugno il quartiere per anni (+)