QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La lira turca tocca un altro minimo storico: in aumento per i turisti, ma basso per la popolazione turca | Economia

Dopo le nuove dichiarazioni del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, la valuta turca, la lira, è di nuovo entrata nel suo punto più profondo. L’euro ha attualmente un prezzo di 10,75 lire, cioè poco più di 3 lire cinque anni fa. La Turchia è da tempo in una spirale di alta inflazione e sta lottando con una valuta sempre meno preziosa.




Il presidente turco Erdogan ha dichiarato durante un’intervista al canale statale TRT di aver avuto una conversazione con il governatore della Banca centrale. Ciò ha dimostrato che è necessario abbassare i tassi di interesse. Secondo il presidente, ciò dovrebbe avvenire anche da luglio o agosto. Questo mette seriamente sotto pressione il governatore. Oltre alla svalutazione della lira, anche l’inflazione nel Paese è in forte aumento. Attualmente è circa il 17%, mentre il tasso di interesse è del 19%. Il governatore della Banca centrale Sahap Kavcioglu ha già affermato che non ci sono dubbi sul taglio dei tassi.

Secondo il consulente finanziario Alan Dewitt dell’agenzia di cambio Dewit Finance, l’intervento del presidente Erdogan è alla radice dei problemi finanziari. “A causa di questo intervento, gli investitori mancano di fiducia nella politica della Banca centrale turca, che sta spingendo ulteriormente la lira turca verso il basso”, ha aggiunto.


citazione

Erdogan è su un percorso economicamente irresponsabile.

Consulente finanziario Alan DeWitt

Erdogan ora vuole tassi di interesse bassi, mentre ogni legge economica dice che i tassi di interesse devono essere aumentati in un momento in cui l’inflazione è alta. Il presidente applica una strategia di “crescita prima di tutto” e crede che la crescita possa essere ottenuta attraverso bassi tassi di interesse. Quello che dimentica, d’altra parte, è che l’interesse non può scendere quando l’inflazione è troppo alta. Allora il problema peggiorerà. “Erdogan sta prendendo un percorso economicamente irresponsabile”, ha detto DeWitt.

Il presidente turco ha già toccato il minimo storico della lira. Ad esempio, ha licenziato molti alti dirigenti della banca centrale in un breve periodo di tempo.

Vantaggio per i viaggiatori, danno per i residenti

Secondo Alan DeWitt, è più economico per le persone viaggiare in Turchia ora, poiché possono acquistare più lire turche in euro rispetto a due anni fa. Tuttavia, i viaggiatori non possono sfruttare appieno la valuta debole. Il problema è che l’inflazione è molto alta in Turchia e attualmente è più costoso acquistare nel paese. Quindi i viaggiatori possono andare in vacanza in Turchia a un prezzo più conveniente, ma metà del vantaggio viene annullato a causa del forte aumento dei prezzi nel paese.

La situazione è molto problematica anche per gli stessi turchi. “La vita è diventata troppo costosa per loro e non hanno assolutamente alcun beneficio dalla caduta della lira turca. L’inflazione dal 7 all’8% è davvero grande, quindi il 17% è estremo”, afferma DeWitt. La Turchia è anche un paese con un’enorme quantità di debito estero. Man mano che la lira continua a scendere, questo debito non farà che aumentare».

La dipendenza dalla banca centrale uccide l’economia del paese. Da quando il nuovo governatore della banca centrale ha fatto ciò che dice Erdogan, la banca non è più indipendente. Ciò significa che la fiducia nella politica monetaria diminuirà. Per questo da due anni i capitali esteri escono dalla Turchia”.

Leggi anche. La lira turca perde il 17 per cento del suo valore dopo le dimissioni del governatore della banca centrale

Gli Usa condannano le “dichiarazioni antisemite” del presidente turco Erdogan

READ  "La mobilità di Bruxelles non ha una propria rete stradale"