QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La maggior parte dei messaggi di phishing per conto di DHL

La maggior parte delle email di phishing dovrebbe provenire da DHL. Stiamo parlando di quasi un quarto di tutti i messaggi falsi inviati nel mondo. Anche i marchi di Microsoft, WhatsApp e Google vengono regolarmente utilizzati in modo improprio dai criminali informatici.

Ciò è evidente dalla ricerca condotta da una società di sicurezza informatica Punto di controllo. I ricercatori si sono limitati alle e-mail di phishing inviate a ottobre, novembre e dicembre 2021.

Questo è phishing in poche parole

phishing È una forma di crimine online in cui gli autori cercano di raccogliere quanti più dati personali, dettagli di pagamento o altri dati personali possibili da vittime ignare. I cybercriminali cercano spesso di ingannare le persone tramite e-mail, ma oggi questo sta accadendo sempre più spesso tramite SMS – noti anche come SMS – o tramite WhatsApp. Di quest’ultimo caso stiamo parlando Truffa WhatsAppOppure aiuta con una frode o una richiesta di amicizia quando è necessaria una frode.

A prima vista, il messaggio sembra provenire da una parte fidata. Viene utilizzato il logo aziendale, i messaggi contengono sempre meno errori grammaticali e il contenuto dei messaggi è spesso legato all’attualità. Quindi riconoscere il messaggio di phishing non è facile.

Il messaggio di solito contiene un collegamento o un URL che reindirizza le vittime a una pagina malvagia. Le informazioni che le vittime inseriscono qui finiscono nelle mani di truffatori. Quello che vediamo anche in pratica è che i criminali informatici stanno cercando di convincere le persone a farlo viruse Programmi di spionaggio o scaricare qualsiasi altra forma di malware. Una volta installato, il programma funziona e invia informazioni riservate alla privacy indesiderate ai criminali.

READ  Il pulsante del volume del telefono non funziona più in Google Home

DHL, Microsoft e WhatsApp subiscono abusi da parte dei criminali informatici

Nell’ultimo trimestre del 2021, la maggior parte delle e-mail di phishing sono state inviate per conto di DHL. Presumibilmente, il 23 percento di tutti i messaggi falsi negli ultimi tre mesi dello scorso anno proveniva dal corriere. E questo è un aumento significativo: nel terzo trimestre, solo il 9% dei messaggi falsi proveniva da DHL.

DHL è in cima alla lista dei marchi più utilizzati in modo improprio per le truffe di phishing. Questo spinge la società di consegna pacchi Microsoft dal trono. La società statunitense di hardware e software ha conquistato il primo posto nel terzo trimestre dello scorso anno con una quota del 29%. Negli ultimi tre mesi, la quota di Microsoft si è ridotta al 20%.

Al terzo posto troviamo un’altra nota azienda, WhatsApp. In tre mesi, l’app di chat è salita dal sesto al terzo posto. Un messaggio falso su nove (11%) viene inviato a nome di WhatsApp. Google e LinkedIn completano i primi cinque con quote rispettivamente del 10% e dell’8%. Nelle posizioni da sei a dieci troviamo Amazon (4 percento), FedEx (3 percento), Roblox (3 percento), PayPal (2 percento) e Apple (2 percento).

FluBot finge di essere un’app di una società di consegna

I ricercatori ritengono che la crescita esplosiva di DHL sia dovuta alle numerose campagne di sconti negli ultimi tre mesi dello scorso anno. Ad esempio, c’è stato il Black Friday e il Cyber ​​Monday. E, naturalmente, non dimenticare Sinterclass e il Natale. Anche la pandemia di coronavirus in corso potrebbe aver avuto un ruolo. Poiché le persone hanno dovuto rimanere a casa regolarmente per periodi più lunghi e chiudere i negozi, hanno ordinato i loro prodotti online più spesso.

READ  Niantic raccoglie 300 milioni di dollari per la crescita

Nei Paesi Bassi, in Belgio e in altri paesi europei, i messaggi SMS venivano regolarmente inviati per conto del servizio di consegna dei pacchi. Ha detto che un pacco stava arrivando alla vittima. Per sapere quando sarebbe stato consegnato, hanno dovuto scaricare un’app.

Una volta installata, l’app all’inizio non ha fatto molto. Almeno, così sembrava. In effetti, stava raccogliendo dati finanziari. Il malware ha anche modificato gli importi delle transazioni e i numeri di conto bancario quando qualcuno ha tentato di trasferire denaro. Infine, il malware si è diffuso inviando sms a tutti i contatti che la vittima aveva sul suo smartphone. Potresti conoscere questa app canaglia sotto il nome Flobot.

L’estate scorsa non si trattava del servizio di corriere, ma Segreteria telefonica. All’inizio di quest’anno, FluBot si è travestito da Flash Player.

Suggerimenti per evitare di diventare vittima di phishing

Check Point consiglia a tutti di non fare clic su un collegamento o di non aprire un allegato, anche se sembra provenire da una fonte nota. Innanzitutto, osserva attentamente il mittente osservando il nome di dominio a cui si riferisce l’URL. Inoltre, non condividere le informazioni personali solo se qualcuno lo richiede. Inoltre, si tratta di stare al passo con le ultime minacce. Infine, segui il tuo intuito. La sensazione viscerale ti dice che qualcosa non va? Allora non ignorare questo.

Per assicurarti di non diventare la prossima vittima del phishing, è una buona idea adottare una serie di misure. Fornisce un servizio in linea Verifica in due passaggi in un? Quindi attivalo. Oltre al nome utente e alla password, i truffatori necessitano anche di un codice di verifica per accedere. Questo è disponibile solo per te.

READ  La NASA chiede a tre compagnie private di costruire stazioni spaziali...

Un altro consiglio che ti diamo è quello di impostare correttamente il tuo filtro antispam. Questo blocca la maggior parte dei messaggi falsi. Ti viene chiesto di fornire informazioni personali? Per prima cosa controlla se la pagina sta usando un file Connessione https. Se è presente l’icona di un lucchetto accanto alla barra di ricerca, la connessione è sicura.