QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La NASA chiede a tre compagnie private di costruire stazioni spaziali…

In vista della possibile fine della Stazione Spaziale Internazionale, l’agenzia spaziale statunitense Nasa ha firmato contratti con tre società per lo sviluppo di nuove stazioni spaziali. Uno di questi è Blue Origin, il CEO di Amazon Jeff Bezos.

La NASA ha detto giovedì che Blue Origin riceverà $ 130 milioni, NanoRacks con sede in Texas riceverà $ 160 milioni e Northrop Grumman con sede in Virginia riceverà $ 125,6 milioni. “Stiamo lavorando con aziende americane per sviluppare destinazioni spaziali che le persone possono visitare e dove possono vivere e lavorare”, ha affermato Bill Nelson, CEO della NASA.

Blue Origin aveva annunciato qualche settimana fa che stava lavorando alla propria stazione spaziale chiamata “Orbital Reef”, insieme a vari partner come Boeing.

La stazione spaziale attiva più grande e più lunga fino ad oggi è la Stazione Spaziale Internazionale, gestita dalla NASA con diverse agenzie partner di tutto il mondo. È stato gestito in modo permanente da astronauti a rotazione dal 2000. Non è ancora chiaro quando verrà utilizzata la Stazione Spaziale Internazionale. La decisione ufficiale se continuare l’operazione oltre il 2024 è ancora in sospeso. Anche la Russia vuole costruire la propria stazione spaziale.

READ  Renders mostra Samsung Galaxy S21 Fan Edition con schermo da 6,4 pollici - Tablet e telefoni - Notizie