QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La NASA e Roscosmos sigillino un accordo per lavorare a stretto contatto

La NASA e la sua controparte russa Roscosmos hanno firmato venerdì un accordo per garantire l’integrazione dei voli. Cioè, i cosmonauti russi possono pilotare missili americani e viceversa.

La NASA afferma che il primo volo integrato nell’ambito del nuovo accordo avrà luogo a settembre.

L’astronauta statunitense Frank Rubio sarà quindi lanciato verso la Stazione Spaziale Internazionale dal Cosmodromo di Baykonur, il sito di lancio noleggiato dalla Russia in Kazakistan. Rubio sarà inviato alla stazione spaziale con Sergei Prokopyev e due colleghi russi, Dmitry Petlin.

Dall’altra parte dell’oceano, l’astronauta Anna Kikina si unirà a un astronauta americano e giapponese su un equipaggio di draghi SpaceX. Quel volo sarà lanciato dal Kennedy Space Center in Florida. Questa sarà la prima volta che un cosmonauta russo vola con il Crew Dragon.

“Esplorazione spaziale pacifica”

In base al nuovo accordo, almeno un russo e un americano devono essere sempre a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, ha affermato la NASA in una nota. Questo sarà fondamentale per mantenere il laboratorio. “Utilizzando equipaggi integrati, ci assicuriamo che membri dell’equipaggio ben addestrati siano a bordo per la manutenzione essenziale e le passeggiate nello spazio”.

“L’accordo è nell’interesse della Russia e degli Stati Uniti e promuoverà lo sviluppo della cooperazione nell’ambito del programma della Stazione Spaziale Internazionale”, ha affermato Roscosmos in una nota, sempre dal campo russo. La cooperazione “faciliterà l’esplorazione dello spazio per scopi pacifici”, ha aggiunto.

Volare su un manico di scopa

Sorprendentemente, le due agenzie spaziali ora volevano lavorare insieme più strettamente. Sebbene la NASA e Roscosmos abbiano collaborato per decenni per gestire la Stazione Spaziale Internazionale, la guerra in Ucraina l’ha minacciata Per farti camminare nella zuppa.

READ  Non mi aspettavo di trovare il bosone di Higgs

A marzo, l’allora capo dell’Agenzia russa, Dmitry Rogozin, convinto sostenitore del dittatore Putin, ha minacciato più volte di porre fine alla cooperazione tra i due. In tal modo, esprimere regolarmente pensieri provocatoriinclusa una minaccia per l’astronauta della NASA Mark Vandy si trova sulla Stazione Spaziale Internazionale Lasciare indietro E una dichiarazione colorata in cui ha detto che solo la NASA “scopa” Dovrebbe essere usato per lanciare voli dopo Roscosmos La cooperazione finisce.

È straordinario ora che Rogozin ce l’ha da due giorni È stato sostituito Di Yuri Borisov, ex vice primo ministro del governo di Mikhail Mishustin. Forse Rogozin è stato promosso a nuovo capo di stato maggiore del dittatore Putin, oppure potrebbe fungere da addetto e monitorare da vicino la situazione nel Donbass. Non è ancora chiaro se questo abbia qualcosa a che fare con la decisione di Roscosmos di firmare un accordo ora.

(Javed)