QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La NASA vuole ottenere un secondo lander sulla luna

L’agenzia spaziale statunitense (NASA) vuole possedere due lander lunari per i suoi progetti futuri. Ecco cosa ha detto Bill Nelson, CEO dell’agenzia spaziale. La costruzione del primo lander lunare di Elon Musk è già stata prevista, ma l’espansione della flotta potrebbe essere una spinta per il concorrente di Jeff Bezos Blue Origin, che ha abbandonato la selezione iniziale.

Il Nasa Tre anni fa, ha annunciato di voler assumere due società per costruire un lander lunare. Ma l’agenzia spaziale ha trovato un sostegno insufficiente per quei piani dal Congresso degli Stati Uniti.

SpaceX

A causa di vincoli finanziari, la NASA ha deciso nell’aprile dello scorso anno di aggiudicare un solo contratto alla fine. Così facendo, per Progettato da SpaceX È stato eletto, ma i portavoce dell’agenzia spaziale hanno notato che anche altre società avrebbero avuto una possibilità in future missioni.

Bill Nelson ha ora indicato che presto sarà lanciata una gara d’appalto per la consegna di un secondo lander lunare. “Abbiamo promesso concorrenza e ora possiamo offrirla”, ha osservato il direttore dell’agenzia spaziale.

“Il secondo partner condividerà le missioni lunari – circa un volo all’anno nell’arco di un decennio – con SpaceX. Non si tratta di missioni isolate. Ogni nuovo volo si basa sulle esperienze acquisite”.

Come per il contratto SpaceX dello scorso anno, anche la seconda società riceverà finanziamenti per i suoi due lanci. La prima missione, senza astronauti, dovrebbe dimostrare le capacità del veicolo spaziale. Segue una missione con astronauti a bordo.

Tuttavia, la scelta di un secondo lander lunare è ancora soggetta all’approvazione del Congresso degli Stati Uniti, che deve fornire i finanziamenti per il progetto. Nelson ha detto che non farà commenti sul costo del programma fino a quando il budget del prossimo anno fiscale non sarà pubblicato. Dovrebbe succedere all’inizio del prossimo mese.

READ  Microsoft acquista Call of Duty, sviluppatore di giochi per PC, per oltre 60 miliardi di euro

più complicato

Tre candidati hanno partecipato alla selezione del primo lander lunare. Il I concorrenti perdono Blue Origin e Dynetics hanno presentato una protesta contro la selezione di SpaceX presso il Government Accountability Office (GAO) degli Stati Uniti.

Entrambi i progetti erano significativamente più costosi dell’offerta di SpaceX. Blue Origin e Dynetics Ottieni una seconda possibilità ora, così come altre società che vorrebbero presentare una proposta per costruire un lander lunare. All’inizio del prossimo anno, la NASA ha annunciato la sua selezione per un secondo lander lunare.

Sia Dynetics che Blue Origin hanno risposto positivamente alla notizia. Tuttavia, i requisiti per la seconda sonda lunare saranno più ambiziosi rispetto al primo progetto. Dopotutto, la seconda sonda lunare dovrebbe essere in grado di trasportare un carico utile maggiore ed essere adatta più a lungo sulla superficie lunare.

La NASA rinegozierà anche l’attuale contratto con SpaceX per garantire che anche la sua sonda lunare soddisfi i nuovi requisiti.

I piani per riportare gli astronauti sulla Luna sono stati ripresi sotto l’amministrazione dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Tuttavia, i portavoce della NASA osservano che la luna non è l’obiettivo finale questa volta, ma piuttosto l’inizio di un’ulteriore esplorazione umana del sistema solare.

(LL)