QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La nipote di Elvis Presley è emotiva grazie all’autobiografia su suo nonno | Famoso

“È stata un’esperienza molto emozionante. È molto difficile da guardare quando si tratta della tua famiglia”, ha detto Keough, a cui è stato permesso di vedere in anteprima l’autobiografia di suo nonno. “Ho iniziato a piangere in cinque minuti e non ho smesso. Durante quel periodo sono iniziati molti traumi familiari e generazionali, che possono essere visti anche nel film”.

La giovane regista e attrice ha anche affermato che il regista Baz Luhrmann ha parlato a lungo con lei, la madre e la nonna Priscilla Presley prima di iniziare il suo lungometraggio. La famiglia ha anche dato al manager l’accesso a Graceland, la proprietà di Memphis dove vive Elvis. A parte questo, non erano coinvolti nel film, dice Keogh. “Alla fine, non diremo a Baz Luhrmann come fare un film”.

Nel film Elvis, Luhrmann (Il grande Gatsby) racconta la storia della superstar mondiale Elvis Presley attraverso gli occhi del colonnello Tom Parker, un olandese il cui vero nome è Dries Van Quek. Ha scoperto Elvis ed è stato il suo manager per molti anni. Il film copre quasi vent’anni dopo questo risultato, a metà degli anni ’50, e i ruoli principali includono Austin Butler (Elvis) e Tom Hanks (Parker). Il film sarà proiettato in tutto il mondo giovedì 23 giugno.

READ  La star della serie britannica "Got Talent" è paralizzata mentre si esercita in recitazione televisiva | spettacolo