QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La polvere cerebrale si accumula nel cervello pensante: un nuovo mondo

Stanchi dopo una lunga giornata di pensieri? I ricercatori ora capiscono meglio il perché. Durante uno sforzo cerebrale prolungato, il glutammato si accumula nel cervello.

Il glutammato si accumula nel cervello durante lo sforzo mentale, il che può farti stancare di pensare intensamente. Gli scienziati cognitivi lo hanno scoperto Mattia Besiglione Dall’Institut du Cerveau di Parigi con i colleghi. La loro scoperta fa luce sul motivo per cui non siamo in grado di pensare chiaramente durante il giorno e su come prima o poi si manifesta la stanchezza mentale.

Nello studio pubblicato sulla rivista scientifica biologia attuale40 persone occupate. A 16 sono stati assegnati compiti di pensiero facile, mentre agli altri 24 sono stati assegnati solo compiti difficili. I ricercatori hanno misurato il cambiamento di otto diverse sostanze nel cervello utilizzando uno scanner MRI.


Leggi anche
“Le persone con autismo possono essere molto empatiche”

Di questi otto, il più visibile era il glutammato, un neurotrasmettitore: una sostanza che trasmette segnali tra le cellule cerebrali. Il glutammato si accumula nel cervello delle persone che svolgono i compiti più difficili, ma il livello rimane più o meno lo stesso nel gruppo “più facile”. Proprio come lo standard di altri materiali.

Selezione a breve termine

Precedenti ricerche hanno indicato che la corteccia prefrontale, l’area del cervello in cui si accumula la materia, è coinvolta nel processo decisionale. Per dimostrare che il gruppo con il compito difficile era in realtà più affaticato e aveva più difficoltà a prendere decisioni, i soggetti dovevano prendere una decisione economica alla fine della giornata.

In effetti, era più probabile che il gruppo mentalmente esausto prendesse la decisione “sbagliata”: scelte a breve termine con una rapida ricompensa, che erano meno vantaggiose a lungo termine. Ad esempio: vuoi portare a casa un certo importo con te ora, o vuoi un importo maggiore che sarà sul tuo conto in un anno? Oppure vuoi ottenere un importo maggiore, a condizione che tu abbia mezz’ora per il corso? I partecipanti mentalmente affaticati avevano maggiori probabilità di scegliere l’opzione che richiedeva meno energia.

READ  L'ospedale sta puntando il dito sul fatto che il nuovo focolaio di Corona non si verificherà - DordtCentraal

Cura per la stanchezza

Non esiste ancora una soluzione per l’accumulo di glutammato, afferma il coautore Matthias Besiglione: “Opterei per i vecchi metodi familiari: riposo e sonno. È probabile che il glutammato venga rimosso dal cervello durante il sonno.

Questa ricerca deve ancora dimostrare che il glutammato è l’unico “colpevole” quando si tratta di affaticamento mentale. Questa è l’opinione di un neuropsicologo olandese, che non è stato coinvolto nello studio e non ha voluto essere nominato. Fondamentalmente sembra di fare grandi passi avanti qui, a casa velocemente. Sebbene la ricerca sia tecnicamente ben fatta, il legame tra fatica e glutammato viene stabilito molto rapidamente.

Ci sono ben ottanta idee diverse sulla causa della stanchezza mentale. Per me, questa ricerca è particolarmente speciale perché hanno utilizzato la spettroscopia MRI. Questo metodo è più specifico di una normale risonanza magnetica e mette in evidenza un’altra informazione in questa discussione approfondita. Mostra la composizione chimica del tessuto vivente, piuttosto che gli effetti dell’attività cerebrale. “L’accumulo di glutammato è certamente una scoperta, ma ci avvicina solo di un piccolo passo”.