QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La possibilità di recupero è raddoppiata grazie alla variabile delta

Lo studio, pubblicato venerdì sulla rivista medica britannica The Lancet, ha sottolineato l’importanza della vaccinazione per prevenire il decorso della grave malattia. Lo studio ha analizzato migliaia di infezioni in Gran Bretagna tra il 29 marzo e il 23 maggio, quando il tipo delta era in aumento e iniziò una campagna di vaccinazione. Solo il 2% delle infezioni si riscontra in persone che sono state completamente vaccinate.

Studi precedenti hanno già dimostrato che la variante delta del virus è fino al 50% più infettiva rispetto alle varianti precedenti. Il National Institute of Public Health and the Environment (RIVM) ha riferito venerdì che i vaccini corona proteggono anche dall’ospedalizzazione e dall’IC dopo l’infezione con la variante delta (precedentemente chiamata variante indiana) del virus dopo l’infezione con il virus alfa. alternato(). era l’ex variante britannica).

Il RIVM riferisce che la possibilità di ricovero in ospedale come persona completamente vaccinata dopo l’infezione è venti volte inferiore a quella di una persona non vaccinata. La possibilità di ottenere un IC è 33 volte inferiore se fosse completamente vaccinata, secondo il RIVM basato su una ricerca con vaccinazione olandese e numeri ospedalieri.

READ  Centinaia di migliaia di persone con problemi immunitari non sono immuni dopo la vaccinazione