QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La prima foto del sospetto rapitore Cleo (4): “Ha dubitato di se stesso comprando i pannolini” | Instagram HLN

È emersa la prima foto del sospetto rapitore della ragazza australiana Cleo Smith (4). Tuttavia, non è ancora possibile sapere molto: il 36enne è in ambulanza con la testa fasciata. Si sarebbe tagliato sbattendo la testa contro il muro di una cella di polizia. Un importante suggerimento sulla sua auto alla fine ha portato a una svolta nelle indagini. L’autore si era anche insospettito nell’acquisto di pannolini, mentre non aveva figli. I vicini descrivono l’uomo come “tranquillo” e “recluso”.




Cleo è stata trovata dopo un’intensa ricerca di 18 giorni nella casa di un residente di Carnarvon. Questa città costiera dell’Australia occidentale è anche la casa della famiglia Smith. Inoltre: secondo i media australiani, il sospettato vive a tre chilometri o sette minuti di auto dalla casa dei genitori di Cleo.

La polizia australiana al momento non ha informazioni sull’uomo arrestato. Il commissario Chris Dawson voleva solo dire che ha 36 anni. Non avrà alcun legame con la famiglia.

Cleo è stata salvata da questa casa. © AP

Il sospettato sembra avere alcuni problemi mentali. Ad esempio, ha cercato di farsi male sbattendo la testa contro il muro del dungeon. Per precauzione è stato portato in ospedale “più volte”. Non è stato ferito gravemente, ma in crimini di questa portata è importante che l’indagato sia in buona salute per rispondere alle nostre domande.

Agenzia per la protezione ambientale

© Agenzia per la protezione dell’ambiente

Chiuso in camera

Cleo alla fine si trasformò in una reclusione in una delle stanze. “Non avevamo davvero idea di cosa avremmo trovato dietro questa porta chiusa”, ha detto la polizia.

Il capo della macchina era critico, ma questo non faceva parte delle informazioni che hanno portato al suo salvataggio. Sembra che dobbiamo questo successo ai ricercatori che hanno analizzato le migliaia di dati. “Abbiamo seguito molte prove forensi e questo alla fine ha portato a una casa. È così che siamo riusciti a trovare quel famoso ago nel pagliaio”.

Cleo Smith.  La polizia australiana ha cercato a lungo la ragazza nelle ultime settimane.

Cleo Smith. La polizia australiana ha perquisito a lungo la ragazza nelle ultime settimane. © AFP

bulino

Carnarvon è una piccola città dove la maggior parte delle persone si conosce. Ci vivono solo 5.500 persone. I vicini del sospettato hanno detto ai media di essere rimasti scioccati dalla notizia. Ma guardando indietro, notarono alcune cose strane.

Ad esempio, si dice che il sospettato si sia comportato in modo “strano” di recente ed è stato osservato mentre comprava pannolini, mentre non ha figli. Secondo un vicino, il cane dell’uomo era di solito nel giardino sul retro, ma recentemente è stato spostato nel giardino anteriore.


La sua vicina Rebecca Ryan ha detto a ABC News che l’uomo sembrava spesso avere fretta. “Lo vedo tutti i giorni”, ha detto. “Se ne va in macchina come se avesse fretta. Come se fosse terrorizzato”.

calma

L’uomo vive in un quartiere popolare a un chilometro dal centro di Carnarvon. I vicini descrivono la strada come calma. La sua stessa casa è poco appariscente e ha due camere da letto. Intorno alla sua proprietà c’è un muro alto un metro e mezzo.

tramite Reuters

© via Reuters

Nel frattempo, l’ispettore capo della omicidi Rod Wilde ha annunciato che il sospetto era “noto” alla polizia: “Ma devo stare molto attento a quello che dico qui”, ha detto, rispondendo alle domande dei giornalisti.

sacco a pelo

Cleo è scomparsa sabato 16 ottobre mentre era in campeggio con sua madre, Ellie Smith, il suo patrigno, Jack Gidons, e la sorellina, Isla, in una zona remota a poche decine di miglia a nord di Carnarvon. Sua madre ha detto di aver trovato la sua tenda aperta al mattino e che la ragazza, il suo sacco a pelo e tutto il resto, erano scomparsi. La polizia ha subito ipotizzato un rapimento e ha iniziato una ricerca su larga scala. La ragazza è stata ritrovata ieri sera.

Madre Ellie Smith e il patrigno Jake Gliddon mentre cercano la loro figlia.

Madre Ellie Smith e il patrigno Jake Gliddon mentre cercano la loro figlia. © Agenzia per la protezione dell’ambiente

Secondo la polizia, il sospetto è apparso sul radar della polizia solo l’altro ieri. Gli investigatori forensi sono arrivati ​​ieri mattina ora locale a casa del sospettato per condurre indagini sulle prove.

Leggi anche: La scomparsa Cleo Smith (4 anni) ritrovata viva due settimane dopo, arrestata 36enne: “È sana e sorridente”

READ  Presunti detriti sottomarini scoperti a una profondità di 850 metri | Notizie su Instagram VTM