QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La sconfitta contro l’Italia offusca le prospettive del Mondiale per i cestisti

Immagini arancioni

Gioco NOS

I cestisti olandesi hanno perso nel primo turno delle qualificazioni ai Mondiali. Troppo grande l’Italia ad Almere: 81-92.

La squadra dell’Orange si era già qualificata per il secondo turno di qualificazione, in quanto la Russia vice-gruppo è stata esclusa dalla partecipazione a causa della guerra in Ucraina.

Ma l’Olanda non ha ancora registrato una vittoria dopo aver perso contro l’Islanda venerdì. È fastidioso perché i punti della prima fase contano per la seconda. Quindi l’Olanda ha dovuto battere l’Italia per entrare con una posizione di partenza ragionevole.

Allenatore della nazionale italiana

È stata una lotta speciale per l’allenatore dell’Orange National. Nato a Bari, Maurizio Buscaglia è un grande nome del basket italiano. Nel 2015 è stato selezionato come allenatore di basket italiano.

AFP

Maurizio Buscaglia è l’allenatore della nazionale italiana dei Paesi Bassi

Combattimento speciale o meno: la differenza di qualità tra la sua squadra e gli italiani è diventata subito evidente. Nei primi minuti l’Olanda ha commesso diversi errori, di cui l’Italia ne ha approfittato con gratitudine.

Nei minuti successivi l’Orange fa di tutto per tenere a bada gli italiani. Anche questo ha funzionato bene, ma il distacco era inferiore a dieci punti. Presa insufficiente in particolare sul fuoriclasse italiano Simone Fontecchio.

Grazie alle triple di Worthy de Jong e alle belle triple di Yannick Franke e Olaf Schafdenaar, la squadra dell’Orange è rimasta in campo a lungo. Solo nel secondo tempo l’Italia è andata avanti. Dopo circa cinque minuti nel secondo, gli ospiti erano in vantaggio di quindici punti.

Un’altra bravata non era più possibile: l’Italia punita era troppo forte. Le qualificazioni ai Mondiali dell’Olanda continueranno alla fine di agosto, quando inizierà la gara di ritorno.

Gli Orange giocheranno poi in un nuovo girone in cui giocheranno ancora contro Italia e Islanda, ma includeranno anche Spagna, Georgia e Ucraina. Tutti quegli avversari hanno segnato più punti dell’Olanda nella prima fase di qualificazione, quindi gli Orange partono in fondo al girone.