QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La situazione in Grecia è fuori controllo: oltre 1.300 in …

le madri che portano i figli sulle spalle e gli anziani sulle stampelle; Sull’isola tutti cercano un rifugio sicuro. Anche ad Agios Stefanos, a nord di Atene, polizia e vigili del fuoco non nascondono più la situazione. “Il fuoco è inimmaginabile e molto pericoloso. La gente deve andarsene da qui”. La polizia va di porta in porta, suonando il campanello e incoraggiando le decine di migliaia di residenti rimasti a lasciare le loro case.

© EPA-EFE

I villaggi sono stati evacuati nel nord della capitale e nel Peloponneso. Si dice che le terre del comune orientale di Mani, a sud di Sparta, siano state in gran parte distrutte.

anche Atena

Nella notte le fiamme hanno raggiunto anche Therakomacdonis, un sobborgo di Atene. I residenti sono stati evacuati. I pennacchi di fumo sono stati sospesi sabato sulla capitale e la cenere è caduta per le strade. I residenti sono stati invitati a rimanere in casa. Il premier Kyriakos Mitsotakis parla di “estate da incubo”.

‘disastro’

Non c’è altro che disperazione anche tra gli abitanti delle città colpite. “È un disastro, tutto nel nostro villaggio è stato bruciato”, ha detto all’AFP Ioannis Aslanis, un residente del nostro villaggio. “Dobbiamo trovare amici con cui dormire, altrimenti dovremo dormire nella nostra macchina”, ha detto a Reuters Yorgos, 26 anni.

© AP

A nord della capitale, Atene, le fiamme avanzano verso est e nel lago Marathon, il più grande serbatoio d’acqua intorno alla capitale. L’autostrada che collega Atene al nord del Paese è stata chiusa in via precauzionale e sono stati evacuati i vicini campi di migranti.

Il sindaco Eleni Draculaco del comune di East Mani, composto da oltre 13.000 persone, ha detto sabato mattina alla televisione ERT che due terzi del suo comune sono stati bruciati. “È un disastro biblico”, ha detto il sindaco, lamentandosi del fatto che nelle prime ore dell’incendio sono stati schierati troppo pochi aerei antincendio.

Il governatore della Grecia centrale, Phanes Spanos, ha anche affermato che a Evia ci sono pochissime risorse per combattere l’incendio. “Vogliamo almeno un numero decente di aerei antincendio”, ha scritto disperatamente.

Gli incendi sono divampati lungo l’isola di Evia, la terza isola greca per grandezza. “Stiamo parlando della fine del mondo”, ha detto Sotiris Danikas, capo della Guardia Costiera a Edipsos, Evia. “Davvero non so come descriverlo.”

ondata di caldo più caldo

La Grecia sta vivendo la peggiore ondata di caldo degli ultimi 30 anni, con temperature che raggiungono i 45 gradi e siccità. Nel frattempo, i forti venti rendono difficile spegnere il fuoco. Almeno tre persone sono state arrestate per incendio doloso. È vietato visitare parchi e foreste.

Più di 1.400 vigili del fuoco stanno combattendo le fiamme. Israele, Cipro, Francia, Croazia e Svezia hanno inviato aerei antincendio per aiutare i greci. Gli incendi boschivi continuano a infuriare in Turchia e nella vicina Macedonia.

arresti

Venerdì la polizia ha arrestato due persone. Un uomo di 43 anni accusato di incendio doloso. Una donna è stata arrestata in un parco ad Atene. In suo possesso c’erano due accendini, benzina e materiali combustibili.

READ  Un epidemiologo americano avverte: "È ancora lontano dalla fine del ...