QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Spagna ha battuto l’Italia 1-2 per passare alla finale.

La Spagna si è qualificata per la prima volta mercoledì sera alla finale di Nations League a Milano. Ha battuto i campioni d’Europa dell’Italia 1-2. La squadra di Roberto Mancini vede la fine di 37 partite di imbattibilità e perde la prima partita ufficiale da settembre 2018 (1-0 contro il Portogallo, in Nations League). Inoltre, è stata la prima sconfitta in una partita (2-3 contro la Danimarca nel 1999) con partecipazione da più di 20 anni.

Nella rivincita della semifinale dell’ultimo Europeo, l’Italia ha avuto un ottimo inizio in casa: Federico ha costretto Cisa Uni Simon al riflesso necessario con un tiro da fuoriclasse meno di cinque minuti dopo. Tuttavia, sono stati gli spagnoli, il giocatore del Barcellona Kavi, che era il più giovane internazionale tra le linee, a usare la propria squadra per la pioggia fredda: Ferran Torres (17.) ha abilmente superato Gianluigi Donaramma di Michael O’Reilly. Leonardo Bonucci è stato in grado di girare la palla davanti al palo quando l’ultimo minuto del Paris Saint-Germain ha permesso a un pugno di Marcos Alonso di scivolare sul palo attraverso il suo guanto.

Dieci minuti prima dell’intervallo, gli italiani si sono mostrati altre due volte: Federico Bernardeshi ha visto il suo tiro in palo via Simon e Lorenzo Insine. Il prossimo passo. Finito il primo tempo, l’Italia deve affrontare un altro doppio colpo. Ponzi (42.) è stato autorizzato a entrare nella stanza dei sostituti in anticipo con un secondo cartellino giallo dopo aver perso un gomito al collo di Sergio Busquets. Torres (45. + 2) ha battuto Donorumma per la seconda volta nei minuti di recupero con un colpo di testa difficile. Di nuovo Oyrsapal era in servizio.

READ  La MotoGP in Italia è in ottime condizioni senza I

Nella ripresa la Spagna monopolizza il pallone e non lascia all’Italia alcuna possibilità di rinnovare la partita. Il nostro pallone era ancora vicino allo 0-3, ma con l’aiuto di un altro esordiente Jeremy Pino il suo titolo è andato a lato. Nemmeno Alonso è riuscito a superare Donnaramma. Nella fase finale, bruscamente ricaricato, Cesa ha fornito molto rapidamente il gol del collegamento per una difesa duratura e dopo il subentrato Lorenzo Bellegrini (83.) si è precipitato dalla linea centrale. La Squadra non si avvicinerà più tardi.

I Red Devils combatteranno contro la Francia domani/giovedì per un secondo biglietto finale per il Tour.