QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Spagna, proprio come la Germania, dovrà affrontare la crisi della carta igienica

Madrid – secondo questo sito Potrebbe esserci una carenza di carta igienica in Europa a causa della crisi energetica, della carenza di materie prime e delle conseguenze della guerra in Ucraina. La crisi della carta igienica ha già iniziato ad attanagliare i tedeschi a causa del fallimento di Hackley, la più grande azienda tedesca di carta igienica. Ma la Spagna può affrontare anche la crisi della carta igienica e dovremmo ora, proprio come nei primi mesi della pandemia di Corona, iniziare a fare scorte di carta igienica?

Oltre all’aumento dei prezzi di gas, elettricità e carburante, l’inflazione incide anche sui prezzi della carta, che sono anche molto più alti del solito. Questo, a sua volta, provoca una crisi per i produttori di carta igienica e per la cucina. In Germania, invece, il più grande produttore, Hackley, è già fallito perché non può più permettersi gli alti costi delle materie prime, dei trasporti e dell’energia. Anche altri produttori in molti paesi europei sono preoccupati per questa situazione.

Ma come va in Spagna? I residenti dovrebbero considerare anche gli scaffali vuoti nei supermercati e le persone dovrebbero ricominciare a fare scorta, proprio come hanno fatto nei primi mesi della pandemia di coronavirus? O va tutto bene. Secondo il direttore generale dell’Associazione spagnola Asociación Española de Fabricantes de Pasta, Papel y Cartón (ASPEL), non c’è nulla di cui preoccuparsi in Spagna.

In Spagna, come in altri paesi dell’UE, anche la carta sta diventando più costosa, ma non ci sono restrizioni. Inoltre, la Spagna è più preparata per le forniture di gas dalla Germania, che è fortemente dipendente dal gas dalla Russia, cosa che non è il caso della Spagna. Pertanto, le cartiere in Spagna possono continuare a produrre a ritmi normali.

READ  Google introduce SDk per abilitare esperienze di app multi-dispositivo - tablet e telefoni - Notizie

Secondo il direttore generale di ASPAPEL, non c’è assolutamente alcun motivo per fare scorta di carta igienica e ha invitato il popolo spagnolo a non farsi prendere dal panico. Stoccaggio significa scaffali vuoti e questo a sua volta genera pressione sulla carta igienica mentre non c’è nulla di cui preoccuparsi perché non c’è carenza di carta igienica ma non si riesce a gestire l’offerta a causa delle enormi vendite. Non c’era motivo di farsi prendere dal panico durante la pandemia, non ora.