QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La squadra Spurza Tours di Bert de Bakker: “Van Aert non pensa, ma non c’è Pojacar” | Ciclismo

“Ho studiato a fondo tutte le scelte per il tour e ho rapidamente ottenuto 8 punti sicuri da guadagnare. Wout van Aert, Jonas Vingegaard e Jasper Philipsen sono stati sicuramente sulla mia rivista molto rapidamente. “

“Van Aert non ci pensa. Ha chance di fare punti in prova nei primi tempi, nelle fasi sprint, ma la maglia verde e forse gialla che porta sulle spalle può anche segnare tanti punti all’inizio di questo round .

“Come compagno di squadra di Van Aert, Vingegaard può anche trarre vantaggio dal successo del belga. Ma a parte questo, Vingegaard ha la possibilità di diventare il miglior scalatore di questo tour. Può sfidare la Pogacar in montagna ed è sicuramente un contendente per il podio a Parigi per me”.

“Per le gare veloci, ho preferito Philipsen a Jakobsen. Il fattore decisivo per me è stato il fatto che Philipsen gira in cerchio con i nuovi vestiti Alpecin-Deceuninck, proprio come Mathieu van der Poel”.

“Gli altri cinque nomi che sono comparsi velocemente sulla rivista sono Vlasov, Pedersen, Paulus, van der Paul e Bardet. Quest’ultima opzione può sembrare meno scontata, ma fino alla malattia al Giro mi ha dimostrato di poter gareggiare al livello più alto ancora una volta”.

Per i restanti otto posti nella sua squadra, Bert ha scelto corridori che, ai suoi occhi, potrebbero valere più dei milioni che Hannes Tahon ha dato loro per questa partita.

“La squadra più economica della mia squadra sono i piloti che penso stiano facendo davvero bene in questo momento e che possono segnare molti punti in una giornata perfetta. Sono anche piloti a cui il grande pubblico potrebbe non pensare subito. Voglio che cerca di fare la differenza in questo”.

READ  Scena irreale: i violenti tifosi del Saint-Etienne prendono d'assalto lo stadio e fanno esplodere razzi

“Sto parlando di Guerreiro, Simmons, Powless e Cyriel Barthe, per esempio. Quest’ultimo, scrivilo, troverai spesso tra il 10° e il 20° posto in questa carrellata”.

Tadej Pogacar potrebbe essere il favorito di tutti i tempi in giallo, ma non troverai lo sloveno nella squadra Bert. “Non prendere Pogacar è una grande scommessa per me per poter fare la differenza con tutti gli altri partecipanti”.

“Per molti, Pogacar sarà il primo uomo della rivista, giocherà brutti scherzi a poker e terrà conto dello scenario in cui non arriverà a Parigi. Ora vediamo se questa scelta ripagherà nelle prossime tre settimane”.