QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La Svizzera ha votato contro il divieto dell’allevamento intensivo, ma sostiene l’innalzamento dell’età pensionabile per le donne

© AFP

Gli svizzeri hanno votato domenica in un referendum contro un massiccio divieto di bestiame. Poco più di sei svizzeri su dieci hanno votato contro. Si sono espressi con una piccola maggioranza a favore dell’innalzamento dell’età pensionabile per le donne a 65 anni, o un anno in più rispetto a oggi.

fonte: BELGA

In tutto, il 62,9 per cento ha votato contro la questione se l’allevamento intensivo debba essere vietato.

Con il testo, gli iniziatori volevano migliorare il benessere degli animali e ridurre il consumo di carne per gli svizzeri. Per questo motivo, tra l’altro, sono state invocate le piccole aziende agricole e il divieto di importazione di generi alimentari che non soddisfano gli standard svizzeri.

Nello stesso referendum, gli svizzeri possono votare anche l’età pensionabile per le donne. Hanno votato a maggioranza ristretta a favore dell’innalzamento dell’età pensionabile per le donne da 64 a 65 anni, la stessa età degli uomini.

L’anno scorso il parlamento svizzero ha approvato una misura per pareggiare l’età pensionabile tra donne e uomini. Partiti di sinistra e sindacati si sono opposti alla riforma “sulla schiena delle donne” e sono stati costretti a indire un referendum su questo tema.

READ  Zelensky vuole aumentare le esportazioni di grano e chiede il risparmio energetico | Guerra tra Ucraina e Russia