QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

la tua opinione | Spostare The Witcher e CD Projekt RED su Unreal Engine 5 è la mossa giusta

Di recente, CD Projekt RED ha annunciato che si unirà al parte successiva Dal lavoro di The Witcher. Lo studio polacco, ovviamente, ha attraversato un periodo molto turbolento con la drammatica uscita di Film Cyberpunk 2077sebbene uno con versione di generazione attuale Sicuramente sono riuscito a migliorare le cose. Anche se lo studio non ha ancora finito con il titolo cyberpunk distopico – una o più espansioni sono ancora in arrivo – lo sviluppatore ha ritenuto necessario guardare al futuro e sembra che The Witcher sia tornato.

Come, cosa, dove e chi è ancora un mistero al momento (e probabilmente rimarrà tale per qualche tempo a venire), ma presto le signore e signori della Polonia dichiarano che questo La nuova parte non è necessariamente The Witcher 4 è, il che probabilmente indica che non è certo se Geralt o Rivia e i suoi compagni faranno parte della prossima saga. Ad esempio, il gioco potrebbe ruotare attorno a un nuovo personaggio (personalizzato) di un’altra scuola di Witcher. Bene, allora riflettiamo di nuovo.

Un altro sviluppo significativo nell’annuncio è che CD Projekt RED si trasferirà su Unreal Engine 5 per questo progetto, in parte grazie alla partnership con Epic Games; L’azienda dietro il toolkit. Ciò significa che lo studio polacco si ritirerà dall’unità interna di RED (per ora). Lo sviluppatore utilizza questo motore da The Witcher 2: Assassins of Kings. Per il primo gioco di Witcher, lo studio ha utilizzato il motore Aurora di BioWare, che si è rivelato inadatto al tipo di gioco che CD Projekt voleva realizzare.

A nostro avviso, questo interruttore è la scelta giusta per lo studio. CD Projekt RED contiene (o ha) l’immagine che (vogliono) fare il più possibile per servire i giocatori e la base di fan. Per The Witcher 2, hanno promesso strumenti di modding completi – REDkit – che avrebbero consentito ai fan di creare i propri contenuti e condividerli con altri utenti. Sebbene lo studio (alla fine) abbia fatto le cose, la raccolta di mod non era così completa come sperato, ed è stato solo nel 2013, due anni dopo l’uscita di The Witcher 2. A quel punto, tutti erano piuttosto stanchi del gioco. .

READ  Ubisoft rivela il futuro di Assassin's Creed: Valhalla Monday, nuovi contenuti trapelano in anticipo

CD Projekt RED è chiaramente uno degli studi più ambiziosi al mondo in questo momento; Vogliono fare tutto bene, e questa è anche la loro più grande situazione. Dopotutto, vogliono creare giochi rivoluzionari che sopravvivano alla concorrenza in ogni regione. Il problema è che lo studio non sembra osare fare scelte e questa è in parte la fonte (secondo me) della crisi di identità di Cyberpunk 2077.

Perché questo gioco dovrebbe essere un gioco di ruolo profondo e avere il mondo più interattivo e vibrante di sempre e raccontare una storia incredibile e non lineare, ma alla fine il gioco in realtà non raggiunge nessuno di questi obiettivi. E poi devi ancora mantenere e sviluppare il tuo motore? Questo è un lavoro che anche le star non vedono l’ora e sicuramente uno che CD Projekt RED è stato sottovalutato, dato lo stato dell’arte imperfetto di Cyberpunk 2077.

Ecco perché pensiamo che il passaggio di CD Projekt RED all’Unreal Engine 5 sia la strada da percorrere. Lo studio dovrebbe concentrarsi nuovamente sul suo core business e questo rende un buon gioco; Lascia l’artwork (per ora) ai professionisti che lavorano costantemente sul motore e possono dirti tutti gli angoli e le fessure, perché chiaramente non è il loro forte.

Ovviamente siamo interessati a cosa pensi di questa affermazione: lo studio polacco dovrebbe rimanere fermo e continuare con la propria unità, o va bene per CD Projekt RED ammettere che tecnicamente non è ancora all’altezza, un esempio di monello cane o una rockstar? Fateci sapere nei commenti!