QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La variabile delta influenza la fiducia dei consumatori statunitensi | Economia

La paura della rapida diffusione della variante delta del coronavirus non fa bene alla fiducia dei consumatori americani nell’economia. La fiducia è scesa al livello più basso da febbraio, secondo il ricercatore di mercato del Conference Board.




Questo mese, l’indice è sceso di oltre 10 punti a 113,8. Questo è stato il secondo mese consecutivo in cui la fiducia è diminuita. Una lettura superiore a 100 è positiva.

Le preoccupazioni per la variabile delta, così come i più alti prezzi dell’energia e dei generi alimentari, hanno portato a una visione meno favorevole delle attuali condizioni economiche. Questi sviluppi influenzano anche le prospettive di crescita a breve termine, ha affermato il Conference Board in una nota.

L’aumento del numero di contagi e ricoveri ospedalieri a seguito della variante delta ha spinto le aziende, tra l’altro, a imporre nuovi requisiti, come l’obbligo di indossare le mascherine. Inoltre, la fine dello stimolo governativo ha avuto un impatto sulla spesa dei consumatori.

Un altro fattore è che l’economia è ostacolata da problemi e carenze della catena di approvvigionamento, il che porta a prezzi più elevati. I piani per grandi spese, ad esempio un’auto, una casa o elettrodomestici costosi, vengono rimandati. Tuttavia, più americani stanno pianificando una vacanza.

La domanda è se i consumatori statunitensi consumeranno meno a causa del calo della fiducia. Secondo il Conference Board, è ancora troppo presto per trarre conclusioni.

Il delta variabile porta a una minore fiducia dei consumatori nell’Eurozona

Ora che i mercati azionari sono tornati rossi per molto tempo: è ancora tutto sulla buona strada per il piccolo investitore?