QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

La zanzara tigre, portatrice di virus, trionfa sulle Fiandre: gli esperti si preoccupano

Zanzare tigre, comprese larve e pupe, sono state trovate in diversi luoghi nelle ultime settimane. Le pericolose zanzare, che diffondono la febbre tropicale, si stanno gradualmente affermando nel nostro Paese.

All’inizio di agosto qualcuno nel suo giardino di Lebbeke, nelle Fiandre Orientali, ha trovato una zanzara sospettosamente simile alla zanzara tigre: piccolissima e scura con strisce bianche sul corpo e sugli arti. Pubblica una foto dell’animale su www.muggensurveillance.be. Si tratta di una “piattaforma per i cittadini per monitorare e segnalare la zanzara tigre in Belgio”, istituita dall’Istituto di medicina tropicale (ITM) e dall’Istituto federale di sanità pubblica Sciensano. Dopo la valutazione, si è rivelata una zanzara tigre.

Il 18 agosto, i ricercatori di ITM si sono recati sul sito e hanno studiato la situazione entro un raggio di 500 metri intorno al sito. Hanno trovato “un gran numero” di zanzare, sia larve che pupe, o maschi e femmine adulti. È la prima volta che si parla di “creazione” di specie nel nostro Paese. È possibile che gli animali della base della popolazione siano stati portati in un carro dall’Italia a luglio, dove è già presente la zanzara tigre.

© Nazionale

Nelle ultime settimane sono state effettuate osservazioni confermate anche dalla regione di Anversa tramite lo stesso sito: dalla città di Anversa, da un’azienda di pneumatici a Calo e da Willrick – in quest’ultimo sito all’inizio sono state trovate anche larve e pupe di settembre. Rapporti provenivano da Grimbergen nelle vicinanze di Bruxelles, Wondelgem vicino a Gand e Kotem nella valle della Mosa. In Vallonia si stanno già osservando altre zanzare, principalmente grazie al monitoraggio attivo con trappole per zanzare nei parcheggi lungo le autostrade da sud.

Gli analisti trovano inquietante che così tante delle osservazioni fiamminghi siano state fatte da indigeni. Il monitoraggio attivo ITM cattura meno zanzare. Si concentrano principalmente su luoghi ad alto rischio di ingresso per le zanzare tigre, come centri di pneumatici e garden center. Le zanzare tigre si diffondono facilmente dalle uova in piccole quantità d’acqua, che rimangono negli pneumatici delle auto e nei vasi di fiori, contenenti principalmente piante di bambù per la decorazione.

READ  Reparto pazienti: non funzionante come da guida
Divieto di stampa e pubblico

Sorprendentemente, c’è poco clamore intorno alle recenti scoperte. Dopo ogni scoperta, gli esperti interessati ricevono un messaggio con il messaggio “Riservato: Divieto alla stampa e al grande pubblico”. Tuttavia, è consigliabile mappare il più possibile la presenza della zanzara tigre asiatica, poiché diffonde virus tropicali che causano febbre come dengue, West Nile, Zika e chikungunya. Nuove intuizioni suggeriscono che trasmettono anche la febbre gialla. Come le nostre zanzare domestiche, le femmine di zanzara tigre hanno bisogno di sangue per fare le uova. Ciò consente loro di assorbire i virus e trasmetterli ad altre vittime.

La dengue è già stata osservata in Croazia, Francia, Italia e Spagna e si dice che quest’anno abbia causato sei morti in Europa. Alla fine di agosto, sono stati identificati 442 casi di virus del Nilo occidentale nell’Europa orientale e meridionale, provocando almeno 20 decessi, principalmente in Italia e in Grecia. Anche Chikungunya e Zika raggiunsero l’Europa e furono catturati nel sud della Francia, tra gli altri luoghi. Quindi non sono più solo le zanzare, ma anche i virus che si sono diretti verso di noi.

Le zanzare beneficiano della globalizzazione che sposta persone e merci in tutto il mondo e del riscaldamento globale che rende le condizioni più favorevoli alla loro sopravvivenza. La loro temperatura di vita ideale è compresa tra 20-25 gradi Celsius e se la temperatura non scende sotto i 3 gradi in inverno, sopravvivono.

Il personale dell’Istituto fiammingo per la ricerca tecnologica (VITO) ha mappato la prevista distribuzione della zanzara tigre in Europa, in condizioni definite “business as usual”: non ci sono cambiamenti fondamentali nella lotta al riscaldamento globale e alle zanzare. . I risultati sono stati motivo di preoccupazione, soprattutto per la nostra regione: entro la fine del secolo, gran parte del Belgio, dei Paesi Bassi e della Francia settentrionale sarebbero state l’ideale per la sopravvivenza delle zanzare. Attualmente, gli abitanti a noi più vicini si trovano vicino alle città francesi di Parigi e Strasburgo.

READ  Maastricht UMC+ continua la ricerca di cellule killer nel trattamento del cancro al seno

Esperti fiamminghi esprimono grave preoccupazione per la situazione, soprattutto perché la sua gravità non sembra raggiungere le autorità. Dieci anni fa, un gruppo di lavoro inter-gabinetto è stato sollecitato sulla sorveglianza e il controllo, con lo slogan: ogni anno possiamo fermare la zanzara tigre significa un guadagno per la salute pubblica. È stato avviato un programma di monitoraggio, attuato da ITM.

L’intento era che il monitoraggio sarebbe stato ripreso dopo circa quattro anni da un nuovo istituto che doveva intensificare il controllo delle pericolose zanzare, secondo il modello del Centro olandese per il monitoraggio attivo dei vettori. Ma questo non è mai successo. Il monitoraggio da parte di ITM è stato esteso ogni volta, ma è troppo limitato per tenere traccia di tutte le popolazioni di zanzare tigre. Questo lassismo è in parte dovuto alla complessità delle nostre strutture statali, con giurisdizioni divise tra il livello federale e quello regionale. Nessuno tira davvero il carro.

Leggi di più sotto l’illustrazione.

© Nazionale
Tappi di bottiglia vuoti

I combattenti contro le zanzare olandesi esprimono il loro dispiacere per l’approccio belga all’interno, perché se una zanzara prende piede nella nostra casa, aumenta la possibilità che si diffonda. Quando una zanzara tigre viene trovata nei Paesi Bassi, vengono impiegate risorse chiave per setacciare l’intero quartiere attorno alla scoperta e informare i residenti su cosa possono fare per eliminare le zanzare. Ciò riguarda principalmente la conservazione di pozzanghere d’acqua in casa e in giardino, come grondaie e vasi di fiori. Anche i tappi di bottiglia vuoti possono contenere abbastanza acqua per la riproduzione di una zanzara.

READ  The Five Wheel ottiene un'alternativa vegetariana: il concentrato di nutrizione è rischioso

Con noi, le risorse disponibili sono molto limitate per eseguire tali azioni in modo coerente per tutte le scoperte. Anche ci sono poche risorse per condurre un monitoraggio attivo abbastanza intensamente. Il costo di una sorveglianza efficace è però irrisorio rispetto a quanto costerebbe alla salute pubblica se la zanzara tigre si insediasse definitivamente nella nostra regione.

Inoltre, le zanzare vengono monitorate, ma non è stato verificato se le zanzare portino virus che causano malattie. La possibilità che ciò sia piccola, ma non zero. Ad esempio, negli ultimi due anni, quattro persone hanno contratto la malaria vicino all’aeroporto di Zaventem, causata da un parassita unicellulare trasmesso anche dalle zanzare. Non sono sopravvissute due vittime. Si tratta di persone che non hanno viaggiato e quindi potrebbero essere state infettate da una zanzara che si è schiantata contro un aereo.

Rapporto recente sulla rivista La natura del cambiamento climatico Ha concluso che almeno il 58% delle malattie infettive nel mondo è in aumento a causa del cambiamento climatico. Il numero di casi di dengue è triplicato in mezzo secolo. Quindi gli avvertimenti sull’espansione delle zanzare tigre non sono messaggi di panico controproducenti. Mostrano la dura realtà.