QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, UNRWA, sospende il suo lavoro a Rafah

L’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, UNRWA, sospende il suo lavoro a Rafah

Tuttavia, il fatto che l’UNRWA abbia sospeso le sue attività a Rafah non significa che non fornisca più assistenza ai palestinesi.

Un portavoce dell’UNRWA ha confermato ieri sera che i dipendenti dell’organizzazione hanno lasciato Rafah e hanno continuato il loro lavoro a Khan Yunis, “nonostante i danni a tutte le nostre strutture”. Quella città è stata attaccata dall’esercito israeliano, dopo di che Israele ha ritirato le sue forze in aprile.

Secondo Lazzarini, attualmente a Khan Yunis e nella parte centrale della Striscia di Gaza risiedono 1,7 milioni di persone. Ciò include i palestinesi che in precedenza erano fuggiti a Rafah e da allora sono tornati a Khan Yunis.

Il capo dell’UNRWA lamenta inoltre che gli aiuti umanitari stanno nuovamente diminuendo. “Nelle ultime tre settimane abbiamo ricevuto il permesso di ritirare poco meno di 450 camion. Questo non è niente in confronto alle necessità attuali: almeno 600 camion al giorno.”

L’esercito israeliano conferma che attualmente continua le sue operazioni a Rafah per combattere Hamas. C’è critica internazionale per le azioni avvenute nella città vicino al confine con l’Egitto, anche perché molte persone vi si rifugiarono per sfuggire alla guerra.

READ  Un generale e l'"Eroe della Russia" che hanno dovuto consegnare la Coppa di Putin nel Donbass non li vedevano da due settimane | Guerra tra Ucraina e Russia