QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’allergia al latte diventa fatale per la neofidanzata: ‘Ho mescolato il tè con il cucchiaio sbagliato’ | All’estero

Una giovane donna britannica con una grave allergia ai latticini è morta in circostanze tragiche. Si scopre che il cucchiaio che Jess Prinsloo, 24 anni, usava per mescolare il tè era già entrato in contatto con il latte. La conseguente reazione allergica è stata fatale. Quattro giorni fa, la donna ha proposto durante una vacanza idilliaca in Sud Africa.

Craig McKinnon non riesce a credere che un cucchiaio sbagliato sia costato la vita alla sua nuova fidanzata a Salisbury. Il 27 dicembre si è inginocchiato davanti a lei al famoso punto panoramico God’s Window a Mpumalanga.

“Molti dei suoi parenti vivono in Sud Africa”, testimonia McKinnon a The Mirror. “Sono passati sei anni da quando è stata qui. Non c’era posto migliore per farle quella domanda. La mia voce si è incrinata, e fortunatamente ha pianto lacrime di gioia. Lo sguardo nei suoi occhi era dorato.”

Dopo diverse vacanze, culminate con lo champagne richiesto, la coppia è tornata a casa della madre di Jess a Johannesburg. Il destino colpirà lì il 30 dicembre.

Jess ha pianto di gioia dopo essere stata proposta. © Instagram

Penna per iniezione di adrenalina

Pochi secondi dopo lo sfortunato incontro, Jess soffrì di anafilassi, il suo incubo più spaventoso. In casi del tutto eccezionali, questa reazione allergica può portare alla morte dopo pochi minuti. Il giovane direttore marketing alla fine perderà la battaglia in ospedale il giorno dopo, a Capodanno.

Jess portava sempre con sé due EpiPen per ogni evenienza, ma questa volta l’effetto benefico della siringa non è stato raggiunto. “Ricordo vividamente quanto respirasse a fatica, proprio lì sul coperchio del water. Quando Jess è morta, anche una parte di me se n’era andata. Ma non c’è nessun colpevole in questa storia”, si rende conto Craig.

I piccioncini si sono conosciuti all’università nel 2019. Si sono trasferiti insieme due anni dopo, dopo il lockdown.

Craig ha scelto come location un famoso belvedere in Sud Africa perché molti dei suoi parenti vivevano lì.

Craig ha scelto come location un famoso belvedere in Sud Africa perché molti dei suoi parenti vivevano lì. © Instagram

alcune notifiche

Jess aveva già ricevuto alcuni seri avvertimenti. “All’età di 18 anni ha dovuto essere rianimata perché c’era del latte nel curry”, dice Craig. “E un dessert vegano che ho ordinato una volta l’ha portata in ospedale. Penso che le reazioni allergiche si siano aggravate a vicenda, il che ha portato a questa tragedia. Io stesso non mangiavo latticini da tre anni, semplicemente non valeva la pena rischiare”.

La madre di Craig e il fratello di Jess hanno ora iniziato a raccogliere fondi per le spese dell’ospedale e del funerale. Il contatore è temporaneo più di 3.000 euro.

Ma per Craig, l’importante è avvertire gli altri del rischio di sviluppare allergie. Le persone non hanno alcun controllo su di esso, ma possono morire a causa di esso. Tutti dovrebbero capire la gravità di questo”.

Leggi anche: “È dimostrato che lo stress aumenta la sensibilità”: un allergologo risponde alle domande più frequenti (+)

READ  I residenti del "Grande Fratello" non sanno che la guerra è in corso