QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’America si prepara a nuove sanzioni contro la Russia | all’estero

Gli Stati Uniti si preparano a imporre nuove sanzioni a Mosca, accusata di aver avvelenato il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny. Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Joe Biden, ha dato l’annuncio domenica.




“Stiamo preparando una nuova serie di sanzioni da applicare in questa situazione”, ha detto alla CNN, quattro giorni dopo il vertice di Ginevra tra il presidente degli Stati Uniti e il suo omologo russo, Vladimir Putin.

Navalny, capo della principale rete di opposizione anti-Putin, è stato portato in un ospedale di Berlino nell’agosto 2020 dopo essere stato avvelenato in Russia, di cui incolpa il Cremlino. Si è ripreso per quasi sei mesi in Germania ed è stato arrestato al suo ritorno in Russia a gennaio. Da allora è stato imprigionato. Washington chiede il suo rilascio.

“Abbiamo già imposto sanzioni alla Russia per l’avvelenamento di Alexei Navalny”, ha confermato domenica Sullivan. “Non l’abbiamo fatto da soli, abbiamo riunito i nostri alleati in uno sforzo collettivo per imporre sanzioni sull’uso di un’arma chimica contro un loro connazionale sul suolo russo”.

Il 2 marzo, pochi giorni dopo che Navalny era stato imprigionato in una colonia criminale a est di Mosca, Washington ha punito sette alti funzionari russi.

Queste sono state le prime sanzioni di Joe Biden contro la Russia da quando è entrato in carica alla Casa Bianca alla fine di gennaio.

avvertimento

In vista del vertice Russia-Stati Uniti a Ginevra il 16 giugno, il presidente Joe Biden ha lanciato un altro avvertimento sul leader dell’opposizione. Ha detto che la morte di Navalny “danneggerà solo le relazioni con il resto del mondo.

READ  Dichiarata incostituzionale la chiusura primaverile 2020 di Spa...

Durante il loro incontro di mercoledì, Biden e Putin hanno mostrato la volontà di allentare le tensioni, ma sono rimasti riluttanti a compiere passi concreti.

Riguardo al destino di Navalny, Putin ha semplicemente detto: “Quest’uomo sapeva che stava violando la legge russa”.