QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’amministratore delegato di Carrefour chiede tagli salariali nei supermercati: “Lo status quo non è un’opzione” |  interno

L’amministratore delegato di Carrefour chiede tagli salariali nei supermercati: “Lo status quo non è un’opzione” | interno

Il messaggio dell’amministratore delegato di Carrefour alimenta ulteriormente le turbolenze nel settore dei supermercati. Il conflitto sociale di Delhaize va avanti da settimane. I sindacati stanno protestando contro scioperi e blocchi contro i piani di Delhaize di privatizzare 128 dei suoi negozi.

Le turbolenze sono sorte anche ad Aldi dopo che i media tedeschi hanno scritto che a causa del calo dei margini di Aldi Nord – la filiale della Germania settentrionale della catena di discount attiva anche in Belgio – potrebbe essere imminente un’importante ristrutturazione. La direzione belga ha cercato di rassicurare i dipendenti questa settimana tramite un’e-mail interna.

Aspetto. Cosa succede al supermercato?

Uno dei temi caldi del dibattito nei supermercati ruota intorno ai salari. I salari e le condizioni di lavoro sono determinati dai cosiddetti comitati misti. Questi differiscono per i dipendenti dei supermercati ‘privati’ dalle catene e dai dipendenti dei lavoratori autonomi che gestiscono un supermercato. Alla fine i salari sono più bassi.

Alla fine di marzo, Kollroth ha fatto appello in una lettera al ministro dell’Economia e del Lavoro Pierre-Yves Derman (PS) per una retribuzione più equa per tutti i dipendenti del settore.

Ora Carrefour ha gli stessi requisiti. “Il fatto che i nostri supermercati facciano parte della Joint Commission 312 è problematico”, afferma il CEO Geoffroy Gersdorf di De Tijd. “Bisogna trovare una soluzione, perché lo status quo non è un’opzione”. L’amministratore delegato dice che non ha intenzione di privatizzare i negozi “oggi”, ma chiarisce che vuole una soluzione rapida. “Gli darò tre mesi, sei mesi o un anno, vedremo”.

Aspetto. In questo modo Shari risparmia circa 50 euro a settimana al supermercato

READ  Questa volta non è stata una sorpresa per il pop-up Aldi: "I clienti ora sanno di non avere fretta" (Deurne)