QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Lanciate missili sul nostro Paese”: l’Ucraina vuole che i partner occidentali dispieghino le loro difese aeree contro i missili russi

“Lanciate missili sul nostro Paese”: l’Ucraina vuole che i partner occidentali dispieghino le loro difese aeree contro i missili russi

Richiedere una “no-fly zone” all'inizio della guerra

Non è la prima volta che il presidente ucraino richiede assistenza militare per mantenere sicuro il suo spazio aereo. Nei primi giorni della guerra, Zelenskyj voleva che la NATO imponesse una no-fly zone sull’Ucraina.

In un contesto militare, una no-fly zone ha principalmente lo scopo di impedire agli aerei militari di effettuare attacchi aerei o missioni di sorveglianza. Naturalmente questa no-fly zone deve essere imposta militarmente attaccando o addirittura abbattendo gli aerei che non aderiscono alla no-fly zone con cannoni antiaerei o aerei da caccia.

Pertanto, una no-fly zone sull’Ucraina imposta dalla NATO potrebbe portare le forze NATO a sparare sugli aerei russi e possibilmente ad abbatterli. D’altro canto, ciò darebbe alle forze armate ucraine maggiori possibilità contro i russi. Sebbene non sia possibile, ad esempio, fermare gli attacchi missilistici attraverso questa no-fly zone.

La NATO ha rifiutato di rispondere alla richiesta della “no-fly zone” per paura di un’escalation, facendo arrabbiare Zelenskyj. “I leader della NATO hanno dato il via libera a ulteriori bombardamenti di città e paesi ucraini rifiutandosi di dichiarare una no-fly zone”, ha affermato nel 2022.

READ  Eruzione vulcanica alla Palma: 'suono di 20 aerei da combattimento in partenza', già evacuate 5.000 persone | NOTIZIE su Instagram VTM