QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Anderlecht onora Michel Verschoren con una grande vittoria: i viola e i bianchi battono il KV Kortrijk 4-1 | Jupiler Pro League

Jupiler Pro LeagueLa serata, ovviamente, è stata dominata da un onorevole mite al signor Michel. Grazie in parte a Jan Vertonghen, l’Anderlecht ha vinto una partita senza sconfitte. La serie negativa è stata interrotta, ma non c’è ancora alcun segno di resurrezione.

Il pubblico non è stato in grado di agire. Mano nella mano con uno, un po’ fischiettando con l’altro. L’Anderlecht era in piedi nel primo tempo, questo era un problema. Era un mese e mezzo prima della competizione. A quel tempo, le persone erano ancora sedute a Lotto Park con indosso occhiali da sole e cappelli per la partita contro Syring. Ma dopo che uno su dodici l’Anderlecht sa di nuovo cosa si prova a vincere, ora è tutto ciò che conta.

La serata è iniziata con un attraente omaggio al Sig. Michel Verschoren. Anche Lang Guoju ha dovuto lasciare il posto a un sobrio e umile addio alla sua corte. L’addio di Verschoren si è concluso con un doloroso momento di silenzio. Il silenzio è durato un po’. Kortrijk ha messo su un numero che è stato provato dall’inizio e Al-Masudi è apparso solo a Van Kromburg. Fortunatamente per la stessa Purple & White, l’algerino è rimasto scioccato da tutta questa libertà e ha lasciato inutilizzata questa enorme opportunità. L’Anderlecht è sopravvissuto a un piccolo disastro lì. Immagina di dover iniziare anche una gara in cui l’acqua è quasi sulle tue labbra.

© Foto Notizie

Le mani si sono unite per la prima volta venti minuti dopo, Julien Doranville è arrivato sull’infortunato Frances Amuzo. Il nuovo “Wonder Boy” è la speranza nei giorni della paura. La velocità di Doranville è stata la base del primo vero attacco completo, poiché il tiro in angolo di Morello è stato respinto. Anche Jan Vertonghen ha colto l’occasione e il trambusto di Sterke Jan è andato via.

Il lavoro preparatorio per il primo gol è venuto da una fonte inaspettata ma non del tutto. Il nuovo Debast di Zeno, il Red Devil, elogia le sue qualità offensive per un motivo. La doppia apertura su Doranville inizialmente non era un pericolo, ma nella seconda fase Debast ha lasciato cadere la palla alla testa di Murillo. Il panamense è stato intelligente per Verscharen ed è decollato. Il suo primo gol stagionale, ma Jari non è stato felice. Sta diventando una cosa onnipresente ora, non tifare dopo un gol? O la rabbia era più contenuta? Vershatrien è stato uno dei ragazzi di Bucarest a cui è stato presentato un conto di default al Westerlo e potrebbe non essergli piaciuto. Phyllis Matsuo ha tirato un sospiro di sollievo in panchina e il fallimento contro il Kortrijk non era più un’opzione per il successore di Vincent Kompany.

Notizie fotografiche

© Foto Notizie

In difesa, l’Anderlecht non ha avuto problemi, anche se non si sa mai con Lamkel Zee. Van Crombrough era attento al trambusto del Camerun. Offensivamente, il livello di gioco non era come annunciare la guarigione di un paziente. L’Anderlecht sceglie spesso l’opzione laterale mentre Fábio Silva chiede di essere giocato in verticale. L’Anderlecht sembrava certo di vincere l’ora, e non è un caso dopo aver stabilito un record. Murillo allunga un calcio d’angolo e un colpo di testa di Ashimiro sul secondo palo. Il modo in cui Kortrijk è entrato in partita illustra ancora una volta il periodo in cui si è ritrovato l’Anderlecht. Hoedt voleva bloccare alla cieca un calcio d’angolo e mettere la palla direttamente nel corpo di Slimani, forse il gol più strano che Van Kromburg abbia mai subito.

Jan Vertonghen è stato il record internazionale che ha impedito all’Anderlecht di interrogarsi di nuovo. Vertonghen ha annuito al suo debutto per l’Anderlecht contro le corde con un calcio d’angolo di Rafailov. Anderlecht è andato in vantaggio. Tanaka ha affrontato Rafailov in area di rigore. Tutti lo guardavano, tranne l’arbitro Verbumin, che vide Schwalbe. Il VAR ha fermato il suo errore fatale e Rafailov ha trasformato il rigore. L’Anderlecht ha ottenuto la tanto necessaria vittoria. Phyllis Matsuo ha guadagnato tempo supplementare e deve sfruttare la pausa internazionale per ritrovare fiducia nelle proprie capacità.

Jari Vershatern: “È passato molto tempo dall’ultima volta che riuscivo a segnare”

Per la prima volta in classifica in questa stagione: Yari Verschaeren. Il numero dieci viola e bianco ha aperto la strada a una semplice vittoria sul Kortrijk. “Data la situazione del club, siamo sicuramente contenti di questa vittoria. Sapevamo che oggi bastavano solo tre punti. Abbiamo giocato bene, sta a noi basarci su questo. È stata anche una vittoria importante per il club emotivamente. Volevamo per onorare Michel Verschoren in modo appropriato e ci siamo riusciti”.

Il fatto che Vershatteren si sia segnato lo ha reso ancora più felice. “Molto bello, è passato del tempo. Preferibilmente, mi sarebbe piaciuto fare un secondo, ma comunque ne sono felice. La cosa più importante è avere i tre punti in tasca. Ora, dopo una settimana e mezzo di calma per alcuni, anche questo è il benvenuto”.

BELGA

© BELGA

BELGA

© BELGA

BELGA

© BELGA




READ  Il pilota belga Gus Verloy si ritira dalle Olimpiadi dopo l'infortunio al cavallo: "Incredibile" | le Olimpiadi