QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’anno scorso è stato l’anno finanziario più basso per la società di produzione Koeken Troef di Bart de Pauw

Negli ultimi 20 anni, Bart De Pauw ha generato profitti per 3,4 milioni di euro attraverso la sua società di gestione Deadliners e la società di produzione Koeken Troef. Questo è chiaro dall’audit finanziario che Mattina Procedura. Non a caso, lo scorso anno è stato il punto più basso, con una perdita cumulata di 256mila euro.

Il cielo sempre guardato limite Per Bart de Pauw: tutto ciò che toccava diventava oro. Era ambizioso fin dalla tenera età. All’età di soli 23 anni, De Pauw ha fondato la sua compagnia, chiamata Deadliners. Come lavoratore autonomo, è stato in grado di fatturare a VRT e Woestijnvis i programmi che ha realizzato e a cui ha lavorato, come Fuori regionee cavalieri dispettosi occupazione La famiglia Di Bao. Gestendolo attraverso una società, era più attraente dal punto di vista finanziario. era il 2004 con La famiglia Di Bao Picco nel primo anno finanziario con un utile netto di oltre 200.000 euro.

Dopo di che è diventato più tranquillo. De Pauw si è stancato di Woestijnvis e ha deciso nel 2008 di fondare una propria società di produzione con Koeken Troef. Bart de Pauw e sua moglie, Ines de Vos, sono ancora di proprietà al 100%.

Questo è stato difficile nei primi anni, ma a partire dal 2010 la decisione ha portato per otto anni consecutivi un profitto netto per i Deadliners e Koeken Troef insieme a più di € 200.000. Questo è avvenuto grazie a programmi come puzzle per bambinie Inventori kazakie Due alla sesta potenza occupazione Ragazzi motociclisti. Il 2013 è stato l’anno finanziario record con un utile di 670.000 euro. Erano tutti software progettati per VRT, con cui De Pauw ha firmato un contratto in esclusiva. Il fatturato di Koeken Troef è aumentato a oltre 1,5 milioni di euro. Al suo apice, quattordici persone erano impiegate a tempo indeterminato, oltre a molti lavoratori autonomi.

READ  L'uomo è stato ingiustamente rinchiuso in un istituto psichiatrico per più di due anni a causa di un disturbo della personalità. E più gridano che hanno la persona sbagliata, più pazzi annunciano | all'estero

risarcimento 12 milioni

Ma poi tutto tacque. All’inizio di novembre 2017, VRT ha deciso di porre fine alla sua collaborazione con De Pauw con effetto immediato a causa del comportamento illecito. In questo modo, l’unica fonte di reddito di Koeken Troef è stata completamente tagliata fuori.

Le conseguenze furono disastrose. Utile netto dimezzato durante la notte. Nel 2019 era ancora difficile pareggiare e nel 2020 De Pauw ha dovuto subire pesanti perdite. Nel 2018 e nel 2019, Koeken Troef non ha ricevuto un solo nuovo ordine e tuttavia aveva ancora un salario di quasi mezzo milione di euro all’anno: insostenibile.

I tagli erano la norma oggi: l’anno scorso c’erano solo sei dipendenti a tempo indeterminato. La casa di produzione ha ricevuto alcuni nuovi ordini. Contribuisci alla visualizzazione del layout influencer Per SBS, ha fatto il test mondo opposto Per VTM e prodotti volpi– Mostra dell’imprenditore Fernand Huts.

Ma questo non è bastato a colmare le lacune. Così De Pauw e la sua famiglia hanno chiesto alla Vrt 12 milioni di euro di risarcimento per mancato guadagno e danno di immagine: 2,5 milioni per De Pauw, 2,5 milioni per sua moglie, 500.000 euro per ciascuno dei loro tre figli e 5,5 milioni per la sua azienda. Scadenze. Gli sarebbe mancato l’ultimo importo a causa della serie fantasy È l’ora dello spettacolo Non è mai andato in onda, Koeken Troef non prende più ordini da VRT, il contratto di esclusiva dell’ultimo trimestre di De Pauw non viene più pagato e il nuovo contratto non viene mai firmato. Questo è molto generoso, visto che ha guadagnato non più di 600mila euro, anche in un anno di punta. VRT ha deciso di non ottemperare a tale richiesta. Anche questo caso rischia di finire prima o poi davanti al tribunale.

Comunque, Bart de Pauw non mangerebbe un panino di meno per questo. Finanziariamente, un uomo può essere battuto. Dal 2001 ha guadagnato un totale di 3,4 milioni di euro: 2,2 milioni attraverso la sua società Deadliners e 1,2 milioni attraverso la società di produzione Koeken Troef.