QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’aria condizionata in Italia è regolabile da 25 gradi

Ora che è stato lanciato il “Termostato di funzionamento”, si preannuncia un’estate lunga e calda per gli italiani. La proposta arriva dall’eco-Movimento Cinque Stelle, che quest’estate vuole che l’aria condizionata sia sotto i 25 gradi.

Questa nuova norma fa parte di un mandato energetico emanato dal Consiglio dei Ministri e non è stato ancora approvato dal Senato. Dal 1 maggio entrerà in vigore la nuova temperatura minima per il funzionamento dell’aria condizionata. L’operazione durerà fino alla fine di marzo del prossimo anno e prevederà una temperatura massima di 21 gradi per il riscaldamento.

Lo scopo di questa misura è ridurre la bolletta energetica nazionale e allo stesso tempo non dipendere dalla Russia.

L’Italia importa ancora il 45% del gas dalla Russia. Questo grande pregiudizio è una spina nel fianco del governo del premier Mario Draghi. “Di cosa abbiamo veramente bisogno: pace o aria condizionata?” Il presidente del Consiglio italiano ha recentemente chiesto retorica. Con quella battuta, ha sottolineato, gli italiani possono regolare il proprio comportamento da soli e ridurre i costi energetici essendo più parsimoniosi con l’aria condizionata e il riscaldamento invernale.

Per ora, solo le scuole e altri edifici pubblici dovrebbero monitorare la temperatura di raffreddamento. Ospedali e case di cura non sono ancora rientrati nella nuova norma. Nonostante le voci che chiedono che questo venga cambiato, le case private non lo sono ancora. Non è subito chiaro come verrà monitorato il rigoroso rispetto della norma, ma le sanzioni potrebbero variare da 500 a 3.000 euro.

La temperatura del calore sarà limitata in futuro. La temperatura negli edifici pubblici non dovrebbe superare i 21 gradi nel prossimo inverno. L’Italia ha già delle regole per il riscaldamento, cosa difficile da evitare, soprattutto nei blocchi residenziali con riscaldamento combinato. Nel nord Italia, ad esempio, il caldo è consentito solo da metà ottobre, mentre nel sud più caldo è solo il 1° dicembre. A Roma, in vigore dal 1 novembre.

READ  Panico tra amici intorno al Lago Carta: l'olandese (22) ha navigato all'estero con la sua barca

Limitando l’uso dell’aria condizionata negli edifici pubblici, il governo italiano cerca di dare l’esempio nella speranza che i cittadini seguano volontariamente l’esempio. Secondo il quotidiano economico Il Sole 24 Orec Quasi una famiglia su due ha l’aria condizionata in casa. Controllando le temperature di raffreddamento e riscaldamento, il governo spera di risparmiare da 2 a 4 miliardi di metri cubi di gas all’anno.

Fornitori alternativi

Dall’inizio della guerra in Ucraina, il governo italiano è stato impegnato nella ricerca di fornitori di gas alternativi per ridurre la propria dipendenza da Mosca. Di recente, il premier Draghi ha firmato un accordo con l’Algeria per la fornitura di ulteriore gas attraverso il gasdotto TransMed alla Sicilia attraverso la Tunisia.

Mercoledì una delegazione del governo italiano ha visitato Congo-Presa e Angola per finalizzare accordi energetici. Troki, risultato positivo al Corona, è rimasto in Italia ma ha inviato in Africa i suoi ministri degli Esteri e del cambiamento ambientale.

In un’intervista alla stampa Corriere della sera Domenica, Drake ha sottolineato che l’Italia non vuole più dipendere dal gas russo e che il Paese può utilizzare diverse fonti di energia molto più velocemente di quanto si pensasse un mese fa.