QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’arresto dell’avvocato di Navalny e della sua rete sono nella lista delle “organizzazioni estremiste” | all’estero

Venerdì la polizia russa ha arrestato un importante avvocato che difende le organizzazioni del leader dell’opposizione russa in carcere Alexei Navalny e si occupa di diversi casi di spionaggio. La sua organizzazione lo ha annunciato sull’app di chat di Telegram. La rete di opposizione è stata inoltre aggiunta all’elenco delle organizzazioni “estremiste e terroristiche”.




L’avvocato Ivan Pavlov è accusato di “aver rivelato informazioni su un’indagine preliminare”, un crimine punibile con tre mesi di carcere, secondo l’organizzazione Comanda 29, da lui guidata. È stato arrestato dopo una perquisizione di una stanza d’albergo a Mosca dove alloggiava. La polizia ha anche perquisito l’ufficio dell’organizzazione a San Pietroburgo e la casa della moglie di Pavlov.

L’organizzazione con sede a San Pietroburgo riunisce avvocati e giornalisti che difendono i russi accusati di tradimento o spionaggio. Il gruppo prende il nome dall’articolo 29 della Costituzione russa sulla protezione della libertà di espressione e dall’articolo 29 del codice penale sui crimini contro lo Stato, inclusi tradimento e spionaggio.

Elenco

Pavlov sostiene anche l’Alexei Navalny Network of Regional Teams e il FBK Anti-Corruption Fund. Quella rete è stata aggiunta all’elenco delle organizzazioni “estremiste e terroristiche”. L’agenzia ha dichiarato in una dichiarazione di aver aggiornato “l’elenco delle organizzazioni e delle persone coinvolte in attività estremiste o terroristiche”, aggiungendo le squadre regionali di Navalny. Anche i racconti di alcune delle persone coinvolte sono stati banditi.

Il critico del Cremlino Alexei Navalny. © Reuters

Di conseguenza, le loro attività sono vietate e membri o sostenitori della FBK devono affrontare lunghe pene detentive. I 37 uffici regionali di Navalny hanno annunciato giovedì che chiuderanno tutti.

Pavlov ha anche difeso l’ex giornalista della difesa Ivan Safronov, il cui arresto nel luglio 2020 per aver trasmesso documenti classificati alla Repubblica Ceca ha suscitato scalpore nei media russi. Secondo Komanda 29, Pavlov riceve regolarmente minacce dalle forze di sicurezza.

Leggi anche

Navalny dall’infermeria del carcere: “Sembro uno scheletro così tanto che ho paura dei bambini che non vogliono mangiare” (+)

READ  Uno dei peggiori disastri della storia israeliana: almeno 45 persone uccise dopo il terrore dell'Hajj