QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’attrice “segreta” Anna Driver aveva un disturbo ossessivo compulsivo: “Pensavo che tutti quelli che amavo sarebbero morti” | spettacolo

TelevisioneL’attrice “Undercover” Anna Driver, 39 anni, ha sofferto di un grave disturbo ossessivo-compulsivo durante un periodo povero della sua vita. Lo ha ammesso alla TV olandese nello spettacolo “Sterren op het Doek”. Emotivamente, ha detto che stava trascorrendo la giornata. “Non avevo assolutamente energia.”




Anna Driver è stata un’attrice di successo per un po’, ma c’è stato anche un momento in cui non si sentiva bene. “Sono andata in terapia perché ero così triste”, ha detto. Non sa esattamente perché, ma all’epoca l’attrice soffriva di un disturbo ossessivo-compulsivo. “Allora devi fare, o pensare, o degradare le cose in un certo modo. Ero troppo occupato con quello nella mia testa.”

Il terapista di Floater le disse che questi disturbi ossessivo-compulsivi sarebbero solo peggiorati e non sarebbero scomparsi dall’oggi al domani. Poi ho pensato: ‘Oh no, oh no, non voglio davvero. Devo smetterla. Poi mi sono fermato e mi sono sentito peggio”. L’attrice si sentiva come se non avesse più controllo su nulla da quel momento.

la fine del mondo

La nevrosi compulsiva non era estranea al presentatore: nel mezzo della conversazione ha indicato che a volte ne soffre anche lui. “So perché lo sto facendo”, ha chiesto Driver, “ma cosa pensi che potrebbe andare storto se non hai fatto tutte queste cose?” “Tutto, proprio tutto”, ha risposto. “Non è tutto vero, ma in realtà pensi che stia arrivando una specie di apocalisse. Molto strano, come se potessi fermarlo con i tic. “Una volta ha persino pensato che tutti quelli che amava sarebbero morti.

READ  Maxime Meilland sulla sua linea di abbigliamento in difficoltà: "Mi è costato € 50.000" | spettacolo

Tutto ciò che era positivo e aperto nella mente di Driver ora era negativo e distruttivo in quel momento. Tuttavia, l’attrice è riuscita a uscire da quel palco. Se ci pensi, Driver non riesce più a trattenere le lacrime. “Ero così solo. Stavo appena finendo la giornata e non avevo assolutamente energia per pensare a ciò che gli altri pensano di me”.

Grazie in parte al suo ragazzo, Drijver è stata in grado di mantenere una visione positiva del futuro. “Aveva una certa fiducia che sarebbe andato tutto bene. Se non ti senti bene, pensa: chi vuole stare vicino a me?” dice Affettuoso. “Era come, ‘Non me ne vado. Il più bel gesto d’amore.'”

Tom Weiss insegna ai suoi colleghi segretari olandesi le parole fiamminghe: “Ti va di fare la cacca stasera? Lo stai davvero dicendo?”

Emma Ferlinden, la ribelle figlia televisiva di Tom Weiss in Undercover: ”Ha detto: ‘Ehi, sono Tom e interpreto tuo padre. Molto modesto! Come se non sapessi chi sia”. (+)