QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Audit Bureau avverte di un “effetto valanga” sul debito pubblico | Notizia

A causa, tra l’altro, dei tassi di interesse più elevati e dell’apparente calo dell’inflazione dal 2024, l'”effetto valanga” potrebbe portare a un aumento del debito pubblico nei prossimi anni. Lo ha avvertito l’Audit Bureau in una relazione alla Camera dei Rappresentanti sul bilancio dello Stato per il 2023.

Sulla base del progetto di bilancio, il rapporto debito/PIL del Belgio salirà dal 105,3% del PIL nel 2022 al 108,2% nel 2023, scrive la Corte dei conti. Per il governo federale e la previdenza sociale, se la politica rimane invariata, si ipotizza un aumento dall’87,7% nel 2024 al 93,5% del PIL nel 2027. Il PIL di un paese o di una regione è il valore di mercato di tutti i beni e servizi prodotti in un anno.

La Corte osserva che i tassi di interesse sono stati storicamente bassi fino all’inizio di quest’anno e, di conseguenza, il tasso di interesse implicito sul debito del governo federale era ben al di sotto dell’inflazione. Di conseguenza, è stato possibile evitare l’effetto valanga che ha causato un forte aumento del debito negli anni ’80, nonostante gli ampi disavanzi primari e la lenta crescita economica.

prospettive fosche

Le prospettive della Corte per i prossimi anni sono più fosche. L’attivazione di questo effetto valanga potrebbe essere facilitata dalla combinazione dell’apparente diminuzione dell’inflazione, prevista dal 2024 (1,8%) e del potenziale aumento del tasso di interesse implicito dovuto a un aumento di circa 200 punti base (o 2%) rispetto tassi di riferimento di mercato per l’anno fiscale 2022 e il previsto mantenimento di un ampio disavanzo primario”, si legge nell’avviso.

READ  La Cina vuole imporre una multa di un miliardo di dollari alla società tecnologica Tencent | Economie

uno sguardo. Brandendo e baciando Eva de Bleecker lascia dopo passi falsi di bilancio

sbarazzarsi di

Inoltre, la Corte dei conti afferma che la “clausola di salvaguardia generale” è ancora in vigore per i paesi dell’UE quest’anno, consentendo un approccio più flessibile alle regole finanziarie europee. Ma dal 2024 questa disposizione sarà rimossa e si applicheranno di nuovo rigide regole finanziarie. A questo punto, “Stati membri fortemente indebitati come il Belgio dovranno dimostrare che stanno compiendo gli sforzi necessari per ridurre il loro debito pubblico entro un periodo di quattro anni”, ha affermato la Corte dei conti.

Infine, anche gli interessi passivi per il 2022 sono stati rivisti a 6,9 miliardi di euro. Ma la Corte sottolinea che queste proiezioni si basano su ipotesi formulate a settembre. Non si può pertanto escludere un aumento degli stanziamenti per il finanziamento degli interessi passivi. Un aumento della curva dei rendimenti dell’1% minaccia un costo di bilancio aggiuntivo di 660 milioni di euro l’anno prossimo.

Guarda anche. Questo è stato il fallo di due minuti di Eva de Bleecker

(+) un’intervista. Il padre del nuovo ministro degli Esteri, Alexia Bertrand (Open Vld), è uno dei 20 belgi più ricchi: “Ma io non vivevo certo in un mondo da jet-set”

Paul Magnette (PS) aggiunge altra benzina sul fuoco: “L’energia per i tagli dell’IVA sarà neutrale per il bilancio solo tra 5-10 anni”

READ  Sembra che la nuova donna di punta di Dior, figlia dell'uomo più ricco del mondo, sia pronta ad assumere una posizione più alta