QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“L’autorità di vigilanza medica degli Stati Uniti approva rapidamente il terzo colpo” | all’estero

Un portavoce della Food and Drug Administration degli Stati Uniti non confermerebbe dopo l’approvazione di un vaccino di richiamo all’agenzia di stampa Reuters, affermando che ulteriori informazioni sarebbero state rilasciate “nel prossimo futuro”. L’autorità di vigilanza sui farmaci sta attualmente analizzando i dati dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) del Servizio sanitario degli Stati Uniti per saperne di più sull’efficacia del vaccino di richiamo.

Secondo NBC News, non è chiaro chi possa beneficiare di un vaccino aggiuntivo. Fonti hanno precedentemente riferito ai media statunitensi che ciò potrebbe preoccupare le persone con un sistema immunitario indebolito. Secondo le stime dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), il 2,7% degli adulti americani ha un’immunità ridotta. Ciò riguarda, ad esempio, le persone in cura per il cancro, i pazienti con HIV o le persone che hanno subito la donazione di organi.

Dare dosi aggiuntive di corona nei paesi ricchi è delicato, perché la vaccinazione in molti paesi in via di sviluppo è difficile da avviare a causa della mancanza di dosi di vaccino. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha invitato i paesi a interrompere la somministrazione di vaccini di richiamo almeno fino alla fine di settembre.

Diversi paesi dell’Unione Europea hanno già annunciato che forniranno dosi aggiuntive ai gruppi vulnerabili a settembre. Questo include Francia e Germania. Israele sta già somministrando una terza dose del vaccino alle persone di età superiore ai 60 anni. Il primo ministro israeliano Naftali Bennett ha affermato che la campagna di vaccinazione fornisce informazioni preziose che possono essere utilizzate anche per combattere la variante delta nel resto del mondo.

READ  Ricercatori: dare plasma ai pazienti con corona non ha...