QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lavrov: “Gli Stati Uniti rendono più difficili i negoziati con l’Ucraina e la cooperazione con la Cina si rafforza”

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha accusato gli Stati Uniti di complicare i negoziati tra Mosca e Kiev.

fonteBELGA

“Alcuni dei dialoghi sono migliorati, ma abbiamo la sensazione costante che la delegazione ucraina sia controllata manualmente, molto probabilmente dagli americani, e che non sia loro permesso accettare richieste che ritengo siano il minimo assoluto”, ha dichiarato Lavrov citato dall’agenzia di stampa russa Interfax.

Leggi anche. Cresce l’inquietudine al Cremlino: Putin cerca un capro espiatorio per un’invasione vacillante

Il ministro degli Esteri russo ha anche affermato che le crescenti tensioni con l’Occidente stanno rafforzando le relazioni tra Russia e Cina. Questa partnership si sta rafforzando, poiché l’Occidente mina tutte le basi dell’ordine internazionale. Noi come superpotenze dobbiamo iniziare a pensare a come andare avanti nel mondo”.

Lavrov ha detto all’emittente statale russa RT che la Russia è ormai abituata alle sanzioni occidentali. Ha aggiunto che continuano a imporre sanzioni e minacciano una quinta serie di sanzioni. “Forse ce ne sarà un altro, ma ci siamo comunque abituati”, ha detto Lavrov.

“Come ha affermato anche il presidente Putin, con oltre 5.000 azioni individuali dirette contro la Russia, stiamo aprendo la strada alle sanzioni. Questa è la debolezza delle sanzioni contro Iran e Corea del Nord. Ma questo ci ha sempre reso più forti”.

Leggi anche. “Una cosa è chiara dopo oggi: questa guerra non è ancora finita”. Perché non sperare in Cina

Leggi anche. I russi prendono di mira anche i più deboli: ‘Sono d’accordo con Klitschko: quello che dice Putin è una sciocchezza’

READ  'Molti russi in Europa si vergognano': ucraini e russi in Belgio per la guerra di Putin